domenica, Settembre 25, 2022

LNG CROATIA LANCIA UN BANDO PER UN NUOVO RIGASSIFICATORE DA INSTALLARE SULL’ISOLA DI KRK

Must read

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

LNG Croatia, società a capitale pubblico controllata dal Governo di Zagabria, è alla ricerca di un partner per realizzare un nuovo rigassificatore a servizio del mercato interno nazionale, che dovrà sorgere sull’isola di Krk.

L’azienda, cui compete lo sviluppo del progetto, nei giorni scorsi ha infatti emanato un bando pubblico con la richiesta di manifestazioni d’interesse a partecipare al procedimento di fornitura, e di successiva gestione e manutenzione, di una nuova unità FSRU (Floating Storage and Rigassification Unit) offshore. La scadenza, per questa prima fase di pre-qualifica, è fissata al 29 settembre prossimo.

Parallelamente, LNG Croazia ha anche pubblicato un secondo bando, anch’esso mirato a raccogliere manifestazioni d’interesse propedeutiche all’avvio di una gara vera e propria, ma relativo alla fornitura di componenti e lavori accessori all’installazione del FSRU, tra cui la progettazione e la costruzione di una banchina, del gasdotto di collegamento tra il terminal galleggiante e la stazione di ricezione del gas sulla terra ferma, impianti ad alta pressione, strutture accessorie e palazzine per gli addetti dell’impianto.

I termini di questa seconda procedura sono fissati per il prossimo 6 ottobre, mentre i lavori per la realizzazione del nuovo rigassificatore croato – che richiederà investimenti complessivi 343 milioni di euro, parte dei quali co-finanziati dall’Unione Europea tramite i fondi del programma CEF (Connectong Europe Facility) – dovrebbero iniziare nel 2019.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

Pemex aiuterà a spegnere l’incendio del serbatoio di stoccaggio di petrolio a Cuba

Per ordine del Presidente del Messico, il personale specializzato della compagnia Pemex si è recato a Cuba per aiutare a estinguere l'incendio causato venerdì...