lunedì, Giugno 14, 2021

L’UE APRE UN’INDAGINE SULLE FORNITURE DI GNL PROVENIENTI DAL QATAR

Must read

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

La Commissione Europa ha annunciato – con un’apposita nota – di aver aperto un’indagine formale mirata ad appurare se nei confetti di fornitura di gas naturale liquefatto (GNL) firmati tra Qatar Petroleum e importatori europei siano presenti clausole tese a limitare la libera circolazione del gas all’interno del territorio dell’Unione, che sarebbero in contrasto con le regole antitrust dell’UE.

Il Commissario Margrethe Vestager, responsabile per le politiche sulla concorrenza, ha dichiarato: “L’energie deve circolare liberamente all’interno dell’Europa, indipendentemente dalla fonte di origine. Abbiamo aperto un’indagine per capire se esistono clausole di limitazione territoriale nei contratti di fornitura di gas con Qatar Petroleum, che potrebbero limitare la concorrenza e conseguentemente ridurre i benefici per i consumatori derivanti da un mercato europeo dell’energia realmente integrato”.

La Commissione intende verificare se, all’interno dei contratti stipulati da Qatar Petroleum, il primo fornitore di GNL del Vecchio Continente, con controparti europee, che tipicamente sono di lungo termine (20-25 anni), contengano clausole di restrizione territoriale, diretta o indiretta. In particolare, certe clausole presenti in taluni contratti, sembra abbiano per effetto quello di limitare la libertà degli importatori europei di vendere il GNL acquistato da Qatar Petroleum in altre destinazioni all’interno dell’UE: in certi casi viene impedita qualsiasi deviazione del carico, in altri viene fortemente limitata geograficamente, oppure per entità del volume di carico, la possibilità di deviazioni ad altre destinazioni. Come risultato – secondo la Commissione – l’applicazione di queste clausole potrebbe limitare indebitamente la libera circolazione del GNL venduto da Qatar Petroleum all’interno del territorio dell’Unione Europea.

Se effettivamente provate, queste pratiche sarebbero in contrasto con le regole europee antitrust, in particolare quelle relative ad accordi competitivi tra imprese e all’abuso di posizione dominante.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

Lukoil autorizzata a perforare in acque poco profonde in Messico

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha autorizzato la compagnia Lukoil Upstream Mexico a perforare il pozzo esplorativo Yoti Oeste-1EXP in acque poco profonde. È il...