mercoledì, Dicembre 8, 2021

MAIRE TECNIMONT: CONTRATTO PER UNA NUOVA FABBRICA DI FERTILIZZANTI IN RUSSIA

Must read

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

Il gruppo italiano Maire Tecnimont ha ottenuto nuovo contratto da 200 milioni di euro in Russia, nel settore dei fertilizzanti.

La controllata Tecnimont si è infatti aggiudicata un contratto da parte di Volgafert LLC per la realizzazione di un impianto di urea granulata, su base EPC, del valore di circa 200 milioni euro.

Volgafert LLC – psiega la stessa Maire Tecnimont in una nota – è una Special Purpose Company di proprietà di Kuibyshevazot, leader nella produzione di fertilizzanti e caprolattame, e di METDEV1 srl (con una partecipazione di minoranza), società parte del Gruppo Maire Tecnimont e partecipata da Simest S.p.A. (parte del Gruppo CDP, che supporta gli investimenti all’estero delle società italiane). Volgafert produrrà e commercializzerà urea di alta qualità per il mercato sia nazionale, sia estero.

Per finanziare l’intero impianto, una linea di credito di circa 160 milioni di euro è attualmente in fase di finalizzazione, fornita da alcune banche commerciali internazionali e garantita da SACE (Gruppo CDP), agenzia italiana di credito all’esportazione.

La nuova unità di produzione urea sarà collocata all’interno del complesso industriale di Kuibyshevazot (a Togliatti, nella regione di Samara) e sarà sviluppata sulla base della tecnologia urea di Stamicarbon. Lo scopo del progetto prevede la fornitura di servizi di ingegneria, equipment e materiali, e attività di costruzione fino al collaudo, l’avvio ed i performance test di un impianto di urea granulata della capacità di 540.000 tonnellate annue.

La Notice-to-Proceed è prevista per l’inizio del 2019, mentre il completamento del progetto è atteso nel quarto trimestre del 2021.

Per Maire Tecnimont – si legge ancora nella nota – questa joint venture costituisce un’ulteriore prova dell’approccio strategico del gruppo, focalizzato sul coinvolgimento fin dalle prime fasi di sviluppo nelle iniziative industriali dei propri clienti. Inoltre, questo progetto rappresenta un altro esempio del forte track record di KuibyshevAzot nel costituire joint venture con player industriali leader ed implementare tecnologie innovative per sostenere la propria posizione di leadership.

Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato del Gruppo Maire Tecnimont, ha commentato: “Siamo entusiasti di collaborare a livello strategico con un leader industriale così prestigioso come KuibyshevAzot, in una delle nostre aree di core business, quella dei fertilizzanti. Attraverso questa nuova collaborazione confermiamo l’affidabilità della value proposition del nostro gruppo, che copre l’intera catena del valore, dallo sviluppo del progetto, al licensing, fino all’esecuzione su base EPC”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

OPEC+ conferma la decisione di aumentare la produzione di 400.000 b/g da gennaio

La 23 .ma riunione dell’OPEC e dei Paesi produttori che non fanno parte di questa istituzione, conferma la sua predisposizione di aumentare la produzione...