venerdì, Aprile 23, 2021

MAIRE TECNIMONT RADDOPPIA L’UTILE E FIRMA IL SUO PRIMO CONTRATTO NELLE FILIPPINE

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

Il gruppo italiano Maire Tecnimont ha approvato il bilancio 2017, chiuso con tutti gli indicatori in crescita e un utile netto quasi raddoppiato rispetto 2016, e ha anche annunciato di aver siglato il suo primo contratto nelle Filippine.

Per quanto riguarda i conti dell’ultimo esercizio, i ricavi sono aumentati del 44,7% a 3,5 miliardi di euro, mentre l’EBITDA ha raggiunto quota 193,5 milioni di euro con un incremento del 20,9% sul dato dell’anno precedente, dinamica analoga a quella registrata dall’EBIT, cresciuto del 20,3% a 183,5 milioni di euro. In ragione del buon andamento complessivo il gruppo ha chiuso l’esercizio 2017 con un utile netto consolidato di 126,6 milioni di euro, valore quasi doppio (+48,4%) al risultato già positivo archiviato lo scorso anno.

Dal punto di vista operativo, intanto, Tecnimont Philippines Inc., affiliata con sede nelle Filippine di Tecnimont S.p.A, a sua volta una controllata di Maire Tecnimont, si è aggiudicata, in joint venture con JGC Philippines (Tecnimont Philippines 65% – JGC Philippines 35%), un contratto EPC Lump Sum da parte di JG Summit Petrochemical Corporation (JGSPC), per l’implementazione di una nuova unità di polietilene ad alta densità (HDPE) e l’ampliamento di un’unità di polipropilene (PP), entrambe situate a 120 km da Manila, a Batangas City, nelle Filippine. JGSPC, parte di JS Summit Holdings Group, è il più grande produttore di poliolefine del paese asiatico.

Il valore complessivo del contratto EPC Lump Sum è nel range di 180 milioni di dollari e lo scopo del lavoro prevede le attività di Engineering, Procurement e Construction, fino al Ready for Commissioning. Una volta completato il progetto, il cui periodo di esecuzione è stimato in circa 26 mesi, il nuovo impianto HDPE avrà una capacità di 250.000 tonnellate all’anno (tecnologia MarTECH di Chevron Phillips Chemical), mentre l’impianto PP sarà espanso fino ad una capacità di 300.000 tonnellate all’anno (tecnologia Unipol PP di Grace).

Tecnimont è leader della joint venture grazie alla sua consolidata expertise nel settore petrolchimico e alla grande esperienza nell’implementazione di progetti di polietilene e di polipropilene a livello mondiale, mentre JGC Philippines (controllata di JGC CORPORATION) è uno dei principali EPC contractor locali, con un forte track record nel paese.

Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato di Maire Tecnimont, ha commentato: “Attraverso questo primo importante passo nelle Filippine con un cliente prestigioso come JGSPC, confermiamo la nostra leadership globale nelle poliolefine e consolidiamo la nostra impronta technology-driven nel Sud-Est asiatico, un mercato con un ciclo di investimenti nel downstream molto promettente, grazie alla disponibilità di risorse naturali e alla crescente domanda di prodotti chimici. Inoltre, la partnership con JGC Philippines ci permette di rafforzare la fruttuosa relazione di lungo periodo fra JGC e Maire Tecnimont.”

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...