domenica, Agosto 1, 2021

ENI VENDE IN CINA UNA LICENZA PER LA SUA NUOVA TECNOLOGIA DI RAFFINAZIONE EST

Must read

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

Eni si è aggiudicata un contratto con la società Zhejiang Petrochemicals per la vendita di una licenza per la costruzione di due linee produttive basate sulla tecnologia Eni Slurry Technology (EST). Le due linee produttive, situate sull’isola di Zhoushan (Zejiang Province, Cina), avranno una capacità di raffinazione pari a 3 milioni di tonnellate all’anno ciascuna, e saranno realizzate nell’ambito di un progetto che prevede la realizzazione di una nuova raffineria della capacità di 40 milioni di tonnellate all’anno, con avvio previsto per il 2020.

L’intesa – scrive il gruppo italiano in una nota – rappresenta un passo importante per la valorizzazione della tecnologia EST che, anche a seguito del Progetto EST per la raffineria di Maoming in fase di realizzazione da parte della società Sinopec, si consolida come la migliore soluzione tecnologica al mondo per gli operatori che intendono convertire completamente il fondo del barile.

La scelta fatta da Zhejiang Petrochemicals assume una grande importanza anche dal punto di vista ambientale, considerando che il nuovo impianto EST sostituisce la linea di Pet Coke originariamente prevista.

L’accordo complessivo comprende la licenza di utilizzo della tecnologia EST, il Process Design Package relativo agli impianti, il training ed i servizi di assistenza tecnica, i Proprietary Equipment e la vendita del catalizzatore.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

TotalEnergies annuncia una nuova scoperta di petrolio nel Blocco 58 al largo delle coste del Suriname

A distanza di un anno dalle scoperte di Maka Central e Sapakara West-1, TotalEnergies e Apache Energy, sussidiaria di APA Corporation, hanno annunciato una...