giovedì, Gennaio 20, 2022

ENI AVVIA LA PRODUZIONE DEL CAMPO OCHIGUFU, NELL’OFFSHROE DELL’ANGOLA

Must read

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Eni e Sonangol hanno ufficialmente avviato la produzione del campo estrattivo Ochigufu, situato a 1.300 m di profondità nell’offshore profondo dell’Angola, a circa 150 km ad ovest di Soyo e a 380 km a nord ovest da Luanda.

I pozzi sono collegati al sistema di produzione di Sangos e da lì alla FPSO di N’Goma, nel West Hub del Blocco 15/06 (Eni 36,84%, Operatore; Sonangol Pesquisa e Produção 36,84%; SSI Fifteen Limited 26,32%). Ochigufu aggiungerà 25.000 barili agli attuali livelli di produzione.

Questo start-up, raggiunto in un anno e mezzo dalla presentazione del Piano di Sviluppo, è il primo per Eni nel 2018, ed è anche il primo start-up dell’anno in Angola. Rappresenta un ulteriore passo nello sviluppo del prolifico Blocco 15/06, dove Eni – spiega la società in una nota – ha scoperto oltre 3 miliardi di barili di olio in posto e 850 milioni di barili di riserve. Queste scoperte sono state sviluppate con i progressivi start-up del campo di Sangos nel 2014, Cinguvu nel 2015, Mpungi e Mpungi North nel 2016, East Hub nel 2017 e ora Ochigufu. I prossimi start-up in questo blocco nel 2018 saranno il reservoir UM8 nell’East Hub ed il Subsea Boosting System per il campo di Mpungi, mentre il campo di Vandumbu, nel West Hub, entrerà in produzione all’inizio del 2019. Questi start-up aggiungeranno ulteriori 30.000 barili alla produzione complessiva.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Messico. Pemex riceverà le chiavi di Deer Park il 20 gennaio

Petróleos Mexicanos (Pemex) assumerà il controllo della raffineria di Deer Park, situata in Texas il 20 gennaio, questo è quanto emerge dalla chiusura dell'accordo...