sabato, Marzo 6, 2021

LA MAJOR NORVEGESE STATOIL CAMBIA NOME E DIVENTA EQUINOR

Must read

Snam punta sulla ‘pipeline virtuale’ per metanizzare la Sardegna: bando per la fornitura di navi gasiere

Tramontata l’ipotesi della cosiddetta ‘dorsale sarda’ – il gasdotto che avrebbe dovuto percorrere da nord a sud tutta l’isola trasportando il gas naturale –...

L’OPEC+ orientato a non aumentare (ancora) l’output petrolifero, e il prezzo del barile sale

Il prezzo del barile di petrolio è salito oggi (Brent +1,5% e WTI + 1,7%), sospinto dalla notizia che nel corso del prossimo meeting,...

Baker Hughes e Akastor fondono i rispettivi business a servizio dell’industria offshore

I due gruppi Baker Hughes e Akastor hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per integrare i rispettivi business nel settore delle perforazioni offshore. In...

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...

Statoil, la corporation petrolifera di Stato della Norvegia, punta a superare la sua storica caratterizzazione focalizzata sul greggio per trasformarsi in una energy company globale, e parte di questa evoluzione passerà anche da un nuovo brand.

Il Consiglio di Amministrazione del gruppo scandinavo nei giorni scorsi ha infatti approvato la decisione di modificare il nome della compagnia, che assumerà la ragione sociale e commerciale di Equinor. Il nuovo appellativo – come spiega la stessa società in una nota – è formato dal ‘equi’, che si richiama ai termini di equità, uguaglianza ed equilibrio, e ‘nor’, che fa invece riferimento alle origini norvegesi del gruppo.

Lo scorso 15 marzo il cambio di nome è stato approvato dall’assemblea degli azionisti di Statoil, con il supporto del Governo norvegese che è l’azionista di riferimento della compagnia.

“Il mondo sta cambiando, e così anche Statoil si adegua. E’ in corso una vera e propria rivoluzione nell’industria energetica, e noi puntiamo a essere in prima fila in questo sviluppo epocale. La nostra strategia è ben chiara e si basa su sicurezza, alto valore aggiunto e decarbonizzazione, concetti ben rappresentanti dal nuovo nome Equinor” ha commentato il Presidente di Statoil Jon Erik Reinhardsen.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Snam punta sulla ‘pipeline virtuale’ per metanizzare la Sardegna: bando per la fornitura di navi gasiere

Tramontata l’ipotesi della cosiddetta ‘dorsale sarda’ – il gasdotto che avrebbe dovuto percorrere da nord a sud tutta l’isola trasportando il gas naturale –...

L’OPEC+ orientato a non aumentare (ancora) l’output petrolifero, e il prezzo del barile sale

Il prezzo del barile di petrolio è salito oggi (Brent +1,5% e WTI + 1,7%), sospinto dalla notizia che nel corso del prossimo meeting,...

Baker Hughes e Akastor fondono i rispettivi business a servizio dell’industria offshore

I due gruppi Baker Hughes e Akastor hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per integrare i rispettivi business nel settore delle perforazioni offshore. In...

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...

Saipem: rosso di oltre 1 miliardo nel 2020, ma l’azienda conferma l’impegno nella transizione energetica

La pandemia di coronavirus ha pesato in misura considerevole sui conti di Saipem, che ha chiuso il 2020 con un rosso superiore al miliardo...