mercoledì, Dicembre 8, 2021

Messico invierà una nota di protesta all’Italia perché Enel “viola la legge”

Must read

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

Le autorità governative hanno annunciato che invieranno una nota di protesta all’Italia, accusando la società italiana Enel di “aver violato la legge” per essere andata contro la riforma energetica che privilegia l’uso degli impianti idroelettrici della Commissione Federale dell’Elettricitá (CFE).

“E’ un po’ vergognoso che un Paese venga qui per prosperare con strumenti illegali, come ha fatto l’Enel, inoltre (si dice che) è un difensore della legislazione e della legge, quindi va contro di noi“, ha dichiarato in conferenza stampa Manuel Bartlett, amministratore delegato del CFE.

Il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador aveva riportato la denuncia nella sua conferenza stampa mattutina, pur senza fare il nome della società che, a suo dire, si è difesa perché ritiene che la riforma energetica violi la libera concorrenza.

Enel ha 19 stabilimenti in Messico, di cui nove sono state creati in base alla riforma energetica del 2013 e una con lo schema dei produttori indipendenti, ha spiegato Mario Morales, direttore generale di Intermediation of Legacy Contracts di CFE.

Enel possiede 11 delle 113 centrali elettriche in Messico, con una capacità complessiva di 2050 MW.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

OPEC+ conferma la decisione di aumentare la produzione di 400.000 b/g da gennaio

La 23 .ma riunione dell’OPEC e dei Paesi produttori che non fanno parte di questa istituzione, conferma la sua predisposizione di aumentare la produzione...