giovedì, Maggio 19, 2022

Nel 2021 i ricavi di Pemex saranno di 64.000 milioni di euro

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

L’amministratore delegato della compagnia petrolifera messicana (Pemex) ha affermato nel nuovo comunicato stampa che il reddito totale dell’azienda nel 2021 sarà di circa 64.000 milioni di euro, che equivale al 6% del prodotto interno lordo (PIL).

Il funzionario ha anche specificato che tra gennaio e ottobre di quest’anno, la società ha consegnato al governo federale 11.500 milioni di euro per il pagamento netto del Shared Utility Right e dei diritti di estrazione. La cifra rappresenta un incremento di 4.000 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2020.

L’amministratore delegato ha assicurato che l’azienda ha la capacità come industria produttiva per continuare ad essere il supporto delle finanze pubbliche del paese poiché genera risorse per il governo attraverso i trasferimenti di tasse e dazi che attualmente rappresentano il 16% del finanziamento della spesa pubblica totale.

Il direttore ha sottolineato che la compagnia può affrontare tutti gli investimenti e le spese operative dei suoi principali progetti e onorare il proprio debito.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...