venerdì, Aprile 23, 2021

NOVATEK SCEGLIE NUOVO PIGNONE PER LE TURBINE DESTINATE AL PROGETTO ARCTIC LNG 2

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

Si allunga la lista di realtà italiane coinvolte nello sviluppo del progetto russo Arctic LNG 2. Dopo Saipem, incaricata di una serie di attività in ambito onshore, Novatek – la corporation energetica russa che sta portando avanti l’iniziativa – ha infatti scelto Nuovo Pignone per la fornitura di una serie di componenti.

In particolare l’azienda fiorentina, parte del gruppo General Electric e già storico partner di Novatek, realizzerà la turbine che verranno installate nei tre treni di liquefazione che andranno a costituite la dotazione del terminal Arctic LNG 2. I treni saranno basati su piattaforme gravity-based structure (GBS) e avranno una capacità di 6,6 milioni di tonnellate all’anno ciascuno.

“La nostra partnership con Nuovo Pignone risale al 2013, quando la società aveva già fornito le turbine per i 3 treni di liquefazione per il nostro progetto Yamal LNG” ha ricordato Leonid Mikhelson, Presidente e membro del board i Novatek. “Per Arctic LNG 2 abbiamo bisogno di componenti in grado di consentire ai treni di liquefazione di raggiungere una capacitò di 6,6 milioni di tonnellate di GNL all’anno. La nostra cooperazione con Nuovo Pignone può creare le opportunità per localizzate la produzione degli equipaggiamenti relativi a queste attività in Russia”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...