domenica, Maggio 19, 2024

Nuova scoperta di Petrobras in acque profonde

Must read

Fabio Belli è vicepresidente esecutivo e COO di Kerry Project Logistics

Nuovo incarico di assoluto prestigio per Fabio Belli, dopo la conclusione dell’esperienza in Fagioli come CEO della società. L’approdo di oggi è in Kerry Project Logistics...

Scambio di asset tra Equinor e Petoro

Equinor e Petoro, società interamente controllata dal governo norvegese, hanno stipulato un accordo per lo scambio di asset a valore neutro nell'area di Haltenbanken. “Abbiamo...

Rosetti Marino ottiene un contratto FEED da INEOS E&P

L'azienda ravennate Rosetti Marino, che si occupa di fornire servizi di ingegneria e costruzione a vari settori industriali, si è aggiudicata dalla danese INEOS...

BP concede una boccata d’aria ai bilanci azeri

BP, colosso petrolifero britannico, ha annunciato di aver avviato la produzione di petrolio e gas nella nuova piattaforma petrolifera costruita nel giacimento Azeri-Chirag-Deepwater Gunashli...

Nel bacino del Potiguar, a circa 190 chilometri da Fortaleza, in Brasile, Petrobras ha scoperto un accumulo di petrolio in acque ultra profonde a circa 2.200 metri, nell’ambito del pozzo esplorativo di Anhangà.

Potiguar, che si trova nel margine equatoriale brasiliano, sembra essere un “bacino dalle uova d’oro“, dal momento che Petrobras si trova davanti alla seconda scoperta petrolifera nel 2024. Per questo motivo, l’area interessata sarà soggetta ad ulteriori esplorazioni nel corso dei prossimi mesi.

Leggi anche: Pichetto Fratin: “Gas indispensabile fino al 2050”

La scoperta è stata effettuata grazie a profili elettrici e campioni di olio. Questi, analizzati in laboratorio, hanno dimostrato che il fossile risale all’età albiana. Per le esplorazioni future la società è intenzionata ad investire 7.5 miliardi di dollari entro il 2028, con un potenziale di 50 nuovi pozzi.

Inoltre, il colosso brasiliano ha acquisito degli ulteriori blocchi nel bacino della Pelotas, nel Brasile meridionale e alcune partecipazioni in tre diversi blocchi al largo della costa occidentale dell’Africa.

Le recenti esplorazioni, secondo Petrobras, sono avvenute nella più totale sicurezza e nel completo rispetto delle norme ambientali.

OilGasNews.it vi invita alla terza edizione del PIPELINE & GAS EXPO, in programma a Piacenza dal 29 al 31 Maggio 2024.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Fabio Belli è vicepresidente esecutivo e COO di Kerry Project Logistics

Nuovo incarico di assoluto prestigio per Fabio Belli, dopo la conclusione dell’esperienza in Fagioli come CEO della società. L’approdo di oggi è in Kerry Project Logistics...

Scambio di asset tra Equinor e Petoro

Equinor e Petoro, società interamente controllata dal governo norvegese, hanno stipulato un accordo per lo scambio di asset a valore neutro nell'area di Haltenbanken. “Abbiamo...

Rosetti Marino ottiene un contratto FEED da INEOS E&P

L'azienda ravennate Rosetti Marino, che si occupa di fornire servizi di ingegneria e costruzione a vari settori industriali, si è aggiudicata dalla danese INEOS...

BP concede una boccata d’aria ai bilanci azeri

BP, colosso petrolifero britannico, ha annunciato di aver avviato la produzione di petrolio e gas nella nuova piattaforma petrolifera costruita nel giacimento Azeri-Chirag-Deepwater Gunashli...

Vard (Fincantieri) costruirà una Ocean Energy Construction Vessel a propulsione ibrida per Island Offshore

Vard, controllata di Fincantieri, ha siglato un accordo con Island Offshore, armatore norvegese che opera nel mercato Oil & Gas e delle rinnovabili, per la progettazione e costruzione di...