sabato, Luglio 31, 2021

NUOVI CONTRATTI OIL&GAS PER BARETTI

Must read

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

Il 2017 si è chiuso con nuovi contratti e il lancio di un innovativo prodotto per Baretti mefe s.r.l., azienda attiva da oltre 50 anni nella fornitura di Marine Loading Arms (MLA), ovvero bracci marini da carico per il trasferimento da nave a terra e da terra a nave di idrocarburi, GNL e prodotti chimici, a numerose aziende internazionali come ENI, KNPC, Solvay, ExxonMobil, Snamprogetti, Woodfield, ENEL, Terminales Portuaria, Polimeri Europa, Tupras, Saras, ecc.

Baretti è infatti direttamente coinvolta in tutte le fasi di questo processo: servizi di ingegneria (analisi dei costi, FEED, ingegneria di base e di dettaglio); progettazione della struttura, giunti, meccanismi cinematici, dispositivi di sicurezza ecc; pilastro strutturale e verifica e progettazione delle tubazioni connesse; punto di ormeggio, delfino, progettazione e verifica del collegamento; progettazione e verifica del sistema di prevenzione e protezione antincendio; costruzione nell’officina dei componenti dei bracci di carico e relativo montaggio; test idraulico e FAT (Factory Acceptance Test); installazione sul pontile; test di accettazione del sito e assistenza all’avviamento; servizio di ispezione e manutenzione periodici.

Forte di questa esperienza, Baretti si è recentemente aggiudicata un ordine riguardante il revamping di n° 6 bracci di carico marino della Raffineria ENI di Livorno (Italia). Il progetto consiste nella rielaborazione completa dei bracci di carico con la sostituzione dei giunti e di tutti gli accessori e gli apparati di sicurezza operativi dei bracci di carico adattandoli alle migliori tecnologie disponibili.

Inoltre Baretti è assegnataria delle attività e Servizi di Manutenzione e riparazione a Guasto dei Bracci di Scarico Petroliere” afferenti ai Depositi Costieri di Gaeta, Ortona e Vibo Valentia.

Nel frattempo Baretti ha anche brevettato un nuovo MLA completamente funzionante con motori elettrici. I motori elettrici combinati con il cuscinetto di rotazione consentono una rotazione di 360 gradi e un controllo della velocità ottimale con conseguente maggiore fluidità dei movimenti del sistema evitando le accelerazioni durante l’avvio o l’arresto e l’oscillazione delle strutture, risultanti dall’uso di cilindri oleodinamici. Inoltre, la lettura continua della posizione angolare di ciascuna parte mobile del braccio costituisce la base per un controllo elettronico a distanza che consente un accoppiamento automatico al collettore senza la necessità di personale molo. Un altro vantaggio immediato di questo design è quello di evitare gru, impalcature e pontoni per la manutenzione riducendo drasticamente i tempi ei costi di arresto. I giunti girevoli, grazie all’applicazione dei cuscinetti reggispinta, vengono rilasciati da tutte le azioni statiche e dinamiche; sono semplicemente soggetti a tali sollecitazioni a causa della pressione del liquido caricato nel braccio di carico marino. I giunti girevoli sono realizzati in lega ad alta resistenza (acciaio), dotati di dispositivi di tenuta adatti a sopportare azioni e pressioni meccaniche unitamente agli attacchi di prodotti chimici. Tutti gli MLA Baretti sono dotati di sistema di sblocco di emergenza per prevenire qualsiasi fuoriuscita di prodotto e inquinamento. Inoltre sono in grado di accettare tutte le attrezzature accessorie richieste dal Cliente quali: allarmi, innesto rapido disconnessione (QCDC), sistema di emergenza automatico, impianto di lubrificazione centralizzata, sistema di estrazione.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

TotalEnergies annuncia una nuova scoperta di petrolio nel Blocco 58 al largo delle coste del Suriname

A distanza di un anno dalle scoperte di Maka Central e Sapakara West-1, TotalEnergies e Apache Energy, sussidiaria di APA Corporation, hanno annunciato una...