giovedì, Giugno 24, 2021

STATOIL RINNOVA PER ALTRI 10 ANNI L’ACCORDO COL RINA PER L’ANALISI DEI MATERIALI IMPIEGATI NELL’OIL&GAS

Must read

OMV Petrom entra nella commercializzazione di GNL

OMV Petrom, la più grande compagnia energetica nel Sud-Est Europeo, ha dichiarato di aver ottenuto una licenza per la commercializzazione del Gas Naturale Liquefatto...

Equinor ottiene due permessi esplorativi nel Mare di Barents in Norvegia

Il Ministro Norvegese del Petrolio e dell’Energia Tina Bru ha concesso a sette compagnie che operano nel settore petrolifero quattro licenze di esplorazione, tre...

Nuova significativa scoperta di olio e gas nel Mare del Nord per Eni.

Attraverso la società partecipata Var Energi, Eni ha annunciato una nuova scoperta di gas e olio nei due pozzi esplorativi King e Prince, situati...

BONUS PUBBLICITÀ 2021, INVESTI SULLE NOSTRE TESTATE!!!

Se avete perso la scadenza di Marzo 2021 siete ancora in tempo a presentare la domanda di accesso al bonus! Il decreto sostegni bis (dl...

Statoil conferma la sua fiducia al RINA, con cui il colosso petrolifero statale norvegese ha rinnovato per altri 10 anni l’accordo già in essere relativo all’analisi e alla certificazione dei materiali utilizzati nelle attività oil&gas.

L’obbiettivo della major nordica è infatti quello di valutare costantemente i materiali impiegati nei pozzi e nelle altre installazioni offshore, e capire se – mantenendo agli attuali livelli efficienza e garanzie di sicurezza – esistono alternative più economiche a quelle fino ad ora adottate. L’obbiettivo è ovviamente quello di razionalizzare al massimo le strutture riducendo i costi di gestione senza tuttavia intaccarne le performance. Questa attività negli scorsi anni è stata effettuata con l’assistenza di Centro Sviluppo Materiali (CSM), controllata del RINA il cui compito è proprio quello di effettuare tutti i test e le verifiche necessarie – soprattutto in termini di corrosione e resistenza delle componenti metalliche – a capire se effettivamente un nuovo materiale potrà essere utilizzato negli impianti produttivi di Statoil al posto di quelli impiegati fino a quel momento, senza generare effetti negativi in termini di affidabilità, efficienza e sicurezza delle operazioni.

Incarico definito da un Frame Agreement col RINA che ora Statoil norvegese ha deciso di rinnovare per altri 10 anni.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

OMV Petrom entra nella commercializzazione di GNL

OMV Petrom, la più grande compagnia energetica nel Sud-Est Europeo, ha dichiarato di aver ottenuto una licenza per la commercializzazione del Gas Naturale Liquefatto...

Equinor ottiene due permessi esplorativi nel Mare di Barents in Norvegia

Il Ministro Norvegese del Petrolio e dell’Energia Tina Bru ha concesso a sette compagnie che operano nel settore petrolifero quattro licenze di esplorazione, tre...

Nuova significativa scoperta di olio e gas nel Mare del Nord per Eni.

Attraverso la società partecipata Var Energi, Eni ha annunciato una nuova scoperta di gas e olio nei due pozzi esplorativi King e Prince, situati...

BONUS PUBBLICITÀ 2021, INVESTI SULLE NOSTRE TESTATE!!!

Se avete perso la scadenza di Marzo 2021 siete ancora in tempo a presentare la domanda di accesso al bonus! Il decreto sostegni bis (dl...

In Argentina aumenta del 53 % il costo del GNL importato

Il governo argentino pagherà il GNL a 13 dollari per milione di BTU, vale a dire 4,5 dollari in più rispetto alla media di...