sabato, Giugno 22, 2024

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Must read

Equinor svilupperà due impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord

La Norvegese Equinor si è aggiudicata due contratti per lo sviluppo di altrettanti impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord. Si prevede...

TotalEnergies e NNPCL espandono le perforazioni in Nigeria

Il colosso francese TotalEnergies e la Nigerian National Petroleum Corporation Ltd, società petrolifera nigeriana, detengono la partecipazione della licenza OML 58 con un rapporto...

Shell acquisirà Pavilion Energy

Shell Plc, tramite la sua sussidiaria Shell Eastern Trading Pte. Ltd, ha annunciato l'intenzione di acquisire la società energetica Pavilion Energy, di Singapore, controllata...

Vallourec fornirà i suoi prodotti ad Equinor

Vallourec, azienda francese leader nella soluzione di prodotti tubolari di alto livello per le industrie energetiche e dell'oil&gas ha firmato un accordo della durata...

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021.

I ricavi sono scesi a 5,5 miliardi, rispetto a 6,7 miliardi nello stesso periodo del 2020.

Vicki Hollub, CEO di Oxy, ha affermato che: “Il nostro impegno per la disciplina del capitale ha contribuito al flusso di cassa di 1,6 miliardi. La nostra compagnia è ben posizionata per continuare a utilizzare il flusso di cassa in eccesso, insieme ai proventi della vendita di attivi, che ci hanno permesso di ridurre il debito e rispondere ad altri obblighi finanziari“.

Una delle compagnie piú importanti che si dedica alle attività di esplorazione e produzione petrolifera dal 1920, cerca di affrontare agli effetti della pandemia grazie ad alcuni profitti che emergono per la prima volta da quando il mercato petrolifero è crollato.

Hollub ha affermato durante la conferenza stampa, che i prezzi più alti del petrolio e del gas naturale hanno contribuito a contenere le perdite. Il prezzo medio globale del petrolio greggio di Oxy è aumentato del 37% dal quarto trimestre arrivando a 55,65 dollari al barile nel primo trimestre.

Oxy, che ha venduto una serie di attivi per ripagare il proprio debito, ha dichiarato di aver ottenuto un profitto di 79 milioni di dollari durante il primo trimestre dalla vendita di 11,5 milioni di azioni dei soci in Western Midstream Partners. La società ha riferito di avere quasi 35,5 miliardi di dollari di debito a lungo termine derivato dall’acquisizione di Anadarko Petroleum nel 2019.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Equinor svilupperà due impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord

La Norvegese Equinor si è aggiudicata due contratti per lo sviluppo di altrettanti impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord. Si prevede...

TotalEnergies e NNPCL espandono le perforazioni in Nigeria

Il colosso francese TotalEnergies e la Nigerian National Petroleum Corporation Ltd, società petrolifera nigeriana, detengono la partecipazione della licenza OML 58 con un rapporto...

Shell acquisirà Pavilion Energy

Shell Plc, tramite la sua sussidiaria Shell Eastern Trading Pte. Ltd, ha annunciato l'intenzione di acquisire la società energetica Pavilion Energy, di Singapore, controllata...

Vallourec fornirà i suoi prodotti ad Equinor

Vallourec, azienda francese leader nella soluzione di prodotti tubolari di alto livello per le industrie energetiche e dell'oil&gas ha firmato un accordo della durata...

Snam soddisfatta dell’indipendenza dal gas russo

Stefano Venier, CEO di Snam, ha partecipato venerdì 14 giugno ad un incontro organizzato dal  MIB Trieste School of Management, di cui egli stesso...