giovedì, Maggio 19, 2022

Petrobras inizia la produzione di gas naturale dalla piattaforma P-76

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

A partire da questo mese la FPSO P-76 è diventata la seconda piattaforma nel giacimento di Búzios, ancorata nella zona Pre-sale di Santos Basin, per fornitura di gas naturale verso il continente. L’operazione è stata possibile dopo aver collegato la piattaforma al gasdotto  “Route 2”, che trasporta la produzione al Terminal di Cabiúnas.

Assieme alla P-74, attualmente il volume prodotto dalle due piattaforme arriva fino a 2 milioni di m³/giorno ed entro la seconda metà del 2022, con l’attivazione della “Route 3” e l’interconnessione delle piattaforme P-75 e P-77, il volume di gas prodotto dal giacimento di Búzios potrebbe superare 9 milioni di m³/giorno.

Attualmente, il gas prodotto nel bacino di Santos viene trasportato attraverso le Route 1 e 2 che, insieme, hanno una capacità di 28 milioni di m³ al giorno. Quando entrerà in servizio la “Route 3”, che attualmente è in fase di costruzione, consentirà un flusso addizionale di 18 milioni di m³/g di gas agli impianti situati a terra.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...