venerdì, Gennaio 27, 2023

GRUPPO HERA E INALCA, INSIEME PER IL BIOMETANO

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

Attraverso la controllata Herambiente, il gruppo Hera e INALCA (Gruppo Cremonini), leader nella distribuzione di prodotti alimentari, hanno siglato un accordo per la realizzazione di una NewCo, chiamata BIORG, che produrrà biometano, combustibile rinnovabile al 100%, e compost dalla raccolta differenziata dell’organico e dai reflui agroalimentari.

Il progetto avrà numerosi benefici ambientali: verrà risparmiato annualmente l’uso di combustibile fossile per circa 3.000 TEP (tonnellate di petrolio equivalente) e saranno evitate le emissioni di CO2 in atmosfera per circa 7.000 tonnellate.

Inoltre, sarà possibile il recupero di materia in uscita, oltre a quello energetico, grazie al conferimento nell’impianto di compostaggio di Nonantola (MO) – di proprietà del Gruppo Cremonini – per arrivare a produrre circa 18.000 tonnellate di compost all’anno, utilizzabile come biofertilizzante in agricoltura.

L’investimento, il cui valore si aggira ai 28 milioni di euro, prevede il recupero e riqualifica di un sito di Herambiente situato nel modenese, a Spilamberto; entrata in funzione dell’impianto è prevista entro il 2022.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...