giovedì, Maggio 13, 2021

PO VALLEY INIZIA A TRIVELLARE NEL GIACIMENTO DI GAS SELVA, IN EMILIA-ROMAGNA

Must read

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Come già annunciato nei mesi scorsi, Po Valley Energy Limited, società australiana quotata alla Borsa di Sydney (ASX) e attiva in Italia nell’estrazione di gas naturale con diverse concessioni, è convinta che all’interno del giacimento Selva – uno dei primi sfruttati nella Pianura Padana dall’Eni – ci siano ancora riserve di gas per almeno 481 milioni di metri cubi di gas, motivo per cui ha ottenuto la concessione Podere Gallina (che copre una superficie di 332 Km2 ubicata in Emilia Romagna, tra le province di Ferrara e Bologna).

In questi giorni PO ha avviato con successo la trivellazione del nuovo pozzo Podere Maiar 1, che dovrà arrivare fino a 1.350 metri di profondità. La società ritiene che saranno necessari circa 20-25 giorni di lavori per raggiungere questo obbiettivo, e ha annunciato in una nota che aggiornerà costantemente gli stake-holders sui progressi degli scavi e sulla valutazione dei risultati.

Attualmente PO Valley – che a breve inizierà le esplorazioni anche nella vicina area Selva East – detiene il 63% della concessione Podere Gallina, che comprende il pozzo Podere Maiar 1 e il giacimento Selva, mentre il 20% è stato ceduto a United Oil and Gas e un altro 17% a Prospex Oil and Gas.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Perù: riprende la produzione di petrolio nella zona settentrionale

Il Blocco 67, situato nella località di Loreto, ha ripreso le sue attività dopo un anno di paralisi a causa dei bassi prezzi del...