mercoledì, Maggio 25, 2022

PRIMI 9 MESI DELL’ANNO COL SEGNO ‘PIÙ’ PER SAIPEM: CRESCONO UTILI E FATTURATO

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Grazie ad acquisizioni record nei primi 9 mesi dell’anno, Saipem ha confermato il trend positivo che interessa tutti gli indicatori economici dell’azienda, chiudendo il periodo gennaio-settembre 2019 con ricavi e utili in crescita.

I ricavi sono hanno infatti raggiunto quota 6,47 miliardi di euro, rispetto ai 6 miliardi dello stesso periodo del 2018. L’EBITDA è cresciuto anch’esso, passando da 642 a 866 milioni di euro, così come l’EBITDA adjusted (al netto quindi degli ‘special items’ del periodo) è arrivato a 899 milioni dai 760 dei periodo gennaio-settembre 2018.

Il risultato netto, dalla considerevole perdita di 357 milioni di euro archiviata nei primi 9 mesi dello scorso anno, è tornato in positivo per 44 milioni, e anche il risultato netto adjusted è sensibilmente migliorato, crescendo da 17 a 91 milioni di euro.

Nell’intervallo considerato Saipem è riuscita a raccogliere nuovi contatti per un ammontare complessivo pari a 13,9 miliardi di euro (erano stati 6,1 miliardi tra gennaio e settembre 2018), mentre il portafoglio ordini residuo ammontava a 19,8 miliardi al 30 settembre, rispetto ai 12,6 miliardi del 31 dicembre 2018.

Infine, l’indebitamento finanziario netto (comprensivo di lease liability IFRS16) è sceso da 1,7 miliardi del 1° gennaio 2019 a 1,42 miliardi il 30 settembre scorso, mentre gli investimenti tecnici sono passati dai 365 milioni dei primi nove mesi del 2018 a 229 milioni.

“Sono particolarmente soddisfatto per il trend positivo di tutti gli indicatori, conseguenza del profondo e proficuo lavoro di riequilibrio economico finanziario svolto in questi ultimi anni” ha commentato Stefano Cao, CEO di Saipem. “L’azienda, come dimostra l’acquisizione record di contratti nei primi nove mesi dell’anno, ha una posizione di leadership sui mercati, in particolare quelli più strettamente legati alla transizione energetica. Le prossime sfide ci vedranno impegnati al miglioramento del posizionamento aziendale nei singoli segmenti di mercato e all’individuazione e perseguimento di strategie che consentano di consolidare e confermare tale leadership”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...