lunedì, Novembre 29, 2021

SAIPEM-EQUINOR: ALLEANZA PER SVILUPPARE ENERGIA SOLARE OFFSHORE

Must read

Messico. Gli operatori investono 315 milioni di euro nella perforazione di pozzi

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha riferito che nel trimestre luglio-settembre 2021 è stata confermata l'autorizzazione per la perforazione di 15 pozzi, di cui...

I prezzi della benzina negli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo

Secondo i dati dell'Office of Energy Information (EIA), nel mese di novembre il prezzo medio che i consumatori statunitensi hanno pagato per la benzina...

Biden ha annunciato il rilascio di 50 milioni di barili dalle proprie riserve

L'annuncio del governo federale di rilasciare sul mercato 50 milioni di barili dalla sua riserva strategica di petrolio è un forte segnale per contrastare...

Colombia aumenta la capacità di importazione di GPL

Sono stati inaugurati i lavori di ampliamento del Terminal di Okianus allo scopo di incrementare la capacità di importazione di GPL, che adesso garantisce...

Nuova alleanza sull’asse San Donato Milanese-Oslo in ambito di energie rinnovabili: Saipem ed Equinor, corporation energetica statale norvegese, hanno infatti siglato un accordo di cooperazione per sviluppare una soluzione tecnologica per un parco di pannelli solari galleggianti adatti ad essere installati vicini alla costa.

La tecnologia – spiega Saipem in una nota – si baserà su un concept sviluppato in-house da Moss Maritime, parte della divisione XSIGHT di Saipem dedicata ai servizi ad alto valore aggiunto, costituito da un sistema modulare, progettato per facilitare la fabbricazione, il trasporto e l’installazione in loco.

Il nuovo prototipo offre gli stessi vantaggi delle soluzioni del solare fotovoltaico in località con mari calmi ma, essendo stato appositamente progettato per condizioni meteorologiche estreme, può essere installato anche in tutta una serie di aree che prima erano escluse. Infatti, la soluzione di Moss Maritime è molto robusta e flessibile e trova una duplice applicazione: è adatta ad essere utilizzata in aree dove non sono presenti riserve d’acqua di grandi dimensioni e anche in zone molto ventose.

Nell’ambito dell’accordo di cooperazione, Equinor e Moss Maritime uniranno le loro esperienze e il loro know-how per sviluppare ulteriormente il concept in modo competitivo ed economico e soddisfare la crescente domanda di soluzioni nelle energie rinnovabili. L’ambizione è quella di divenire uno dei principali fornitori di soluzioni costiere e offshore per i parchi di pannelli solari galleggianti.

Ida Husem, CEO di Moss Maritime, ha commentato: “L’accordo con Equinor va nella direzione intrapresa da Saipem e Moss Maritime verso lo sviluppo di nuove tecnologie legate alle energie pulite. Moss Maritime è costantemente alla ricerca di opportunità per applicare le proprie competenze nella progettazione e nei servizi di ingegneria anche nell’ambito delle energie rinnovabili”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Messico. Gli operatori investono 315 milioni di euro nella perforazione di pozzi

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha riferito che nel trimestre luglio-settembre 2021 è stata confermata l'autorizzazione per la perforazione di 15 pozzi, di cui...

I prezzi della benzina negli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo

Secondo i dati dell'Office of Energy Information (EIA), nel mese di novembre il prezzo medio che i consumatori statunitensi hanno pagato per la benzina...

Biden ha annunciato il rilascio di 50 milioni di barili dalle proprie riserve

L'annuncio del governo federale di rilasciare sul mercato 50 milioni di barili dalla sua riserva strategica di petrolio è un forte segnale per contrastare...

Colombia aumenta la capacità di importazione di GPL

Sono stati inaugurati i lavori di ampliamento del Terminal di Okianus allo scopo di incrementare la capacità di importazione di GPL, che adesso garantisce...

Lukoil scopre un nuovo giacimento petrolifero nel Golfo del Messico

La compagnia petrolifera russa Lukoil ha annunciato la scoperta di un importante giacimento calcolato con una riserva di 250 milioni di barili di greggio....