giovedì, Febbraio 22, 2024

Saipem, un contratto da 510 milioni per l’impianto Shah negli Emirati

Must read

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...

La Abu Dhabi National Oil Company (Adnoc) ha assegnato all’italiana Saipem un contratto EPC (engineering, procurement, construction) per aumentare la capacità produttiva dell’impianto Shah negli Emirati Arabi Uniti, il più grande al mondo nel trattamento del gas acido.

L’investimento, il cui valore si aggira intorno ai 510 milioni di dollari, è in linea con la strategia di ADNOC di sostenere la produzione di gas, rendendo così gli Emirati autosufficienti entro il 2030.

Oltre ai lavori di EPC, il progetto include anche la messa in servizio, l’avvio degli impianti e l’estensione della rete di raccolta del gas già esistente.

Il completamento è previsto per il 2023, e vedrà aumentare la capacità dell’impianto Shah del 13%, da 1,28 a 1,45 miliardi di SCFD (piede cubo standard per giorno).

Yaser Saeed, il direttore esecutivo di Adnoc Upstream, ha dichiarato: “Lo Shah Gas Expansion Project è un eccellente esempio di come Adnoc stia aumentando la propria produzione di gas nei giacimenti esistenti per fornire un approvvigionamento di gas più sostenibile e sostenere l’obiettivo di autosufficienza del gas degli Emirati Arabi Uniti.

Maurizio Coratella, Chief Operating Officer della Divisione E&C Onshore di Saipem, ha commentato dicendo: “L’aggiudicazione di questo nuovo progetto da parte di un cliente chiave come ADNOC rafforza la presenza di lunga data di Saipem negli Emirati Arabi Uniti e costituisce un’ulteriore attestazione di stima verso la nostra capacità di realizzare progetti tecnologicamente complessi in accordo ai più alti standard di sicurezza e rispetto dell’ambiente. Siamo lieti di contribuire al potenziamento di questo importante impianto per il Paese“.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...

Claudio Descalzi incontra il presidente dell’Indonesia

L'Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, si è recato a Giacarta per incontrare il Presidente della Repubblica indonesiano Joko Widodo. Il tema dell'incontro era...