giovedì, Ottobre 6, 2022

SCOMPARSO ALESSANDRO FAGIOLI, PIONIERE DEI TRASPORTI ECCEZIONALI (ANCHE IN AMBITO OIL&GAS)

Must read

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Si è spento due giorni fa a Reggio Emilia, a quasi 82 anni, Alessandro Fagioli, Presidente dell’omonima azienda italiana, leader a livello internazionale nel settore dell’heavy lift e dei trasporti eccezionali, molto attiva anche a servizio dell’industria oil&gas.

Alessandro era figlio del fondatore della Fagioli Spa, Giovanni, che creò l’azienda nel 1955 come evoluzione dell’attività di trasporto su strada iniziata nel 1951 con l’acquisto del primo camion e col successivo trasferimento della famiglia, e della ditta, da Traversetolo (a sud di Parma) a Montecchio, nella provincia di Roma.

E’ negli anni ’60, quando Alessandro è già al lavoro in azienda, che la Fagioli si specializza nei trasporti eccezionali con alcune operazioni pionieristiche per i tempi, come il trasferimento di una caldaia, ad opera dello stesso Alessandro, e quello di un’antica campana di bronzo.

Grazie all’impegno, agli investimenti e alla forte focalizzazione verso l’innovazione tecnologica dell’imprenditore recentemente scomparso – il cui motto era “la tecnologia muove il mondo” – l’azienda Fagioli vede crescere in misura esponenziale volume di business, fatturato e radicamento internazionale.

A conferma della forte presenza della società nella logistica dell’oil&gas, una delle più recenti e importanti operazioni ha riguardato il trasporto, il sollevamento e l’installazione di sezioni di piattaforme offshore del peso fino a 44.000 tonnellate, in Canada. Ma costante è sempre stata l’attività di Fagioli anche in ambito nazionale, con progetti anche molto noti mediaticamente come il recupero del relitto della nave Concordia e l’insediamento dei cassoni e delle barriere fino alle 12.000 tonnellate per il progetto del Mose, a Venezia.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...