mercoledì, Maggio 18, 2022

SEMESTRALE POSITIVA: SAIPEM TORNA ALL’UTILE NELL’H1 2019

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Saipem è tornata all’utile nel primo semestre del 2019, intervallo che si è chiuso con un risultato netto positivo per 14 milioni di euro, in evidente miglioramento rispetto alla perdita di 323 milioni registrata nei primi 6 mesi del 2018.

Il risultato netto, spiega Saipem nella sua nota, sconta, rispetto al risultato adjusted positivo per 60 milioni (6 milioni dell’H1 2018), una serie di ‘special items’ tra cui la svalutazione di un jack up e del relativo circolante per 21 milioni di euro e oneri da riorganizzazione per 25 milioni di euro.

Le buone performance sono originate dalla crescita del fatturato e dei nuovi ordini: i ricavi del primo semestre hanno infatti raggiunto quota 4,51 miliardi di euro, rispetto ai 3,79 miliardi del primo semestre 2018, mentre i nuovi contratti conclusi nei primi 6 mesi del 2019 ammontano a 9,5 miliardi di euro (altri 3,2 miliardi di ordini sono stati siglati dopo il 30 giugno), rispetto ai 3,9 miliardi del corrispondente periodo dello scorso anno.

Positivo anche l’andamento dell’EBITDA, pari a 574 milioni di euro (410 milioni nel primo semestre del 2018), e dell’EBITDA adjusted, arrivato a 606 milioni di euro (483 milioni nel primo semestre del 2018).

Tutte le business unit dell’azienda hanno contribuito al miglioramento dei risultato: la divisione Engineering & Construction Offshore ha registrato un fatturato pari a poco meno di 2 miliardi di euro, in crescita del 13,7% rispetto allo stesso periodo del 2018, mentre sul versante terrestre le divisione Engineering & Construction Onshore ha totalizzato ricavi pari a 2 miliardi di euro, in aumento del 23,3%.

Bene anche le attività legate al dirlling (Saipem sta continuando a sondare il mercato per una possibile cessione di questo business): ricavi a 256 milioni di euro, con un incremento del 15,8% rispetto al 2018 per l’offshore, mentre sul versante onshore i ricavi ammontano a 273 milioni di euro, con un incremento dell’11% rispetto al corrispondente periodo del 2018.

“Desidero esprimere soddisfazione per i positivi risultati registrati nel primo semestre del 2019 nonostante uno scenario che non mostra ancora chiari segnali di ripresa e, in particolare, per il ritorno, seppur limitato, al segno positivo dell’utile netto” ha commentato l’Amministratore Delegato di Saipem Stefano Cao.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...