venerdì, Aprile 23, 2021

SNAM AIUTERA’ L’UCRAINA A SVILUPPARE LA PROPRIA RETE NAZIONALE DI TRASPORTO DEL GAS

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

SNAM potrebbe presto sbarcare in Ucraina per supportare l’ammodernamento delle rete di distribuzione nazionale del gas nel paese dell’Europa Orientale.

L’azienda italiana ha infatti annunciato di aver firmato – alla presenza del Commissario europeo per il Clima e l’Energia, Miguel Arias Cañete, del Ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, e del Ministro ucraino dell’Energia, Ihor Nasalyk – un Memorandum of Understanding (MoU) con la società slovacca Eustream e le ucraine Naftogaz e Ukrtransgaz, finalizzato a valutare congiuntamente opportunità di collaborazione nella gestione e nell’ammodernamento della rete gas dell’Ucraina.

Secondo i termini del Memorandum, che ha l’obbiettivo di supportare l’affidabilità del trasporto di gas naturale in Ucraina, in linea con gli standard dei mercati europei, assicurando la gestione sicura ed efficiente del sistema di trasporto e rendendolo accessibile a terzi in modo trasparente e non discriminatorio, le parti coinvolte effettueranno una valutazione congiunta sulla gestione e sull’ammodernamento della rete gas ucraina.

L’Ucraina – si legge ancora nella nota diramata da SNAM – sta attuando l’unbundling del gestore del trasporto di gas naturale (TSO) dall’operatore verticalmente integrato Naftogaz e ha espresso il proprio interesse nel collaborare con operatori occidentali esperti nella gestione del sistema di trasporto gas nazionale, in conformità con la legge ucraina che disciplina il mercato del gas naturale.

Ciò consentirà di rafforzare la liquidità e la sicurezza degli approvvigionamenti sia del mercato europeo sia di quello ucraino, coerentemente con la strategia sulla sicurezza energetica delineata dalla Commissione Europea.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...