mercoledì, Gennaio 26, 2022

SNAM E SGI PROGETTANO UN GASDOTTO IN SARDEGNA PER SFRUTTARE I FUTURI HUB GNL

Must read

Maire Tecnimont ottiene un contratto da 1,1 miliardi in Russia

In seguito all’accordo siglato lo scorso 28 Settembre 2021, in data odierna Maire Tecnimont S.p.A. ha annunciato di aver firmato, attraverso le controllate Tecnimont...

Colombia offre 30 nuove aree per trovare petrolio

Sono 30 le aree assegnate ad altrettante società: Ecopetrol, Parex Resources, Lewis Energy, Frontera Energy, CNE Oil & Gas, Hocol, Maurel & Prom Amérique...

Ecuador. Scoperto un nuovo giacimento di petrolio

Il consorzio Frontera-Energy e GeoPark, ha scoperto uno strato 25 metri di sabbia bituminosa in tre intervalli attraverso il pozzo Jandaya-1, perforato a una...

Petroecuador ha annunciato che perforerà 33 pozzi nel 2022

La compagnia petrolifera ha riferito che quest'anno perforerà 33 pozzi in tre giacimenti diversi situati nella regione amazzonica del paese. Le perforazioni si eseguiranno attraverso...

Col proliferare di progetti per nuovi depositi costieri di GNL (gas naturale liquefatto), era prevedibile che prima o poi si iniziasse a pensare anche alla creazione di una rete di trasporto per il gas naturale in Sardegna, isola attualmente ancora sprovvista di un’infrastruttura di questo genere.

A farlo per prima è stata SNAM, che con una nota ha annunciato di aver individuato, “insieme a Società Gasdotti Italia (SGI) e i suoi azionisti Macquarie European Infrastructure Fund 4 e Swiss Life Holding, un progetto comune per la realizzazione dell’infrastruttura di trasporto di gas naturale in Sardegna, alimentata da una molteplicità di punti di ingresso attualmente identificati in Cagliari, Oristano e Porto Torres”.

Si tratta per l’appunto dei porti sardi dove nei prossimi anni dovrebbero sorgere nuovi terminal in grado di riceve e scaricare GNL via nave, stoccarlo in forma liquida o anche rigassificarlo per poi immetterlo in una eventuale pipeline terrestre, proprio quella che si prefiggono di costruire SNAM e SGI.

Il progetto – si legge ancora nella nota dell’azienda italiana – è in grado di favorire minori costi in bolletta per famiglie e imprese oltre a nuove opportunità di sviluppo e competitività per l’economia locale e per l’occupazione, in particolare nei settori manifatturiero e dei trasporti marittimi.

La realizzazione e gestione congiunta di Snam e SGI del progetto e della rete di trasporto di gas naturale potrà essere affidata a una società controllata da Snam e la costruzione e messa in esercizio del primo tratto di rete è stimata nel primo semestre 2020, previo ottenimento delle autorizzazioni necessarie.

Gli sviluppi e la conclusione delle negoziazioni in corso – conclude SNAM – sono attesi nelle prossime settimane.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Maire Tecnimont ottiene un contratto da 1,1 miliardi in Russia

In seguito all’accordo siglato lo scorso 28 Settembre 2021, in data odierna Maire Tecnimont S.p.A. ha annunciato di aver firmato, attraverso le controllate Tecnimont...

Colombia offre 30 nuove aree per trovare petrolio

Sono 30 le aree assegnate ad altrettante società: Ecopetrol, Parex Resources, Lewis Energy, Frontera Energy, CNE Oil & Gas, Hocol, Maurel & Prom Amérique...

Ecuador. Scoperto un nuovo giacimento di petrolio

Il consorzio Frontera-Energy e GeoPark, ha scoperto uno strato 25 metri di sabbia bituminosa in tre intervalli attraverso il pozzo Jandaya-1, perforato a una...

Petroecuador ha annunciato che perforerà 33 pozzi nel 2022

La compagnia petrolifera ha riferito che quest'anno perforerà 33 pozzi in tre giacimenti diversi situati nella regione amazzonica del paese. Le perforazioni si eseguiranno attraverso...

Ansaldo Energia avvia la turbina a gas AE94.3A nella nuova centrale IREN di Turbigo

In base al Comunicato Stampa - Ansaldo Energia, azienda leader nel settore della generazione di energia e controllata all'88% da Cassa Depositi e Prestiti,...