MELLITAH (ENI+NOC): AL VIA LA FASE 2 DEL GIACIMENTO DI GAS BAHR ESSALAM, NELL’OFFSHORE DELLA LIBIA

Mellitah Oil & Gas, società operativa controllata con quote paritetiche dall’Eni e dalla corporation libica National Oil Corporation (NOC), ha annunciato di aver avviato la produzione dal primo pozzo del progetto offshore Bahr Essalam Fase 2 a soli tre anni dalla Decisione Finale d’Investimento (FID). Entro pochi giorni partirà la produzione anche in altri due pozzi, mentre ulteriori 7 pozzi inizieranno a produrre entro il prossimo ottobre. La fase 2 sarà completata tra settembre e ottobre, portando la produzione totale del campo a 1.100 piedi cubi di standard gas al giorno (MMSCFD).

Il gas estratto dai nuovi pozzi viene inviato attraverso la piattaforma di Sabratha all’impianto di trattamento a terra di Mellitah dove viene raccolto, compresso e inviato principalmente alla rete nazionale libica.

Il Presidente del Consiglio Presidenziale e Primo ministro del Governo di Accordo Nazionale della Libia, Fayez Al-Saraj, ha partecipato alla cerimonia di apertura ringraziando i lavoratori di NOC, Eni e Mellitah Oil & Gas per i loro sforzi nello sviluppo del settore petrolifero in Libia, e ha dichiarato: “Lo start-up della fase 2 del progetto offshore Bahr Essalam darà decisamente valore aggiunto all’economia nazionale. In passato abbiamo perso enormi opportunità di investimento a causa della mancanza di budget. Tuttavia, oggi siamo impegnati più che mai a incoraggiare gli investimenti nel settore petrolifero e a garantire promettenti opportunità ai giganti internazionali che rispondano agli interessi di queste partnership e creino una crescita che dia nuove speranze ai giovani libici. Pertanto, tutte le parti devono intensificare gli sforzi per avere più profonda comprensione ed essere più disponibili a un compromesso nell’interesse dei giovani di questo paese che sono i veri protagonisti per la sua stabilità”.

Soddisfatto anche il presidente di NOC, Mustafa Sanalla: “NOC è impegnata a garantire e aumentare la produzione di gas per alimentare le centrali elettriche libiche. Questo aiuterà lo sviluppo del mercato interno e ridurrà le costose importazioni di combustibili liquidi. Questa strategia libererà risorse finanziarie significative; essenziali, data l’enormità delle sfide che sta affrontando tutto il paese. Eni è la dimostrazione della fiducia che le compagnie petrolifere internazionali hanno in NOC e il successo che le partnership legittime possono offrire a tutti i libici”.

L’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi ha aggiunto: “Bahr Essalam è il frutto della relazione di lunga data tra NOC e Eni e rappresenta un’importante pietra miliare nel garantire alla Libia una maggiore sicurezza dell’approvvigionamento energetico. Il progetto dimostra ulteriormente la fiducia e il riconoscimento che Eni ha in NOC come unica società petrolifera nazionale legittima; quella con la quale continueremo a lavorare in maniera esclusiva nel paese. L’avvio della produzione, con eccellente time-to-market in un contesto così sfidante, è un risultato straordinario di Mellitah Oil & Gas. Siamo orgogliosi di dire che l’avvio della fase 2 di Bahr Essalam per i prossimi 15 anni giocherà un ruolo importante nel fornire alla Libia il gas necessario per alimentare la ripresa del paese”.

 

Related posts