martedì, Luglio 23, 2024

ANDRITZ si impegna nella depurazione del gas di combustione in Germania

Must read

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

ANDRITZ, fornitore leader di impianti, attrezzature, soluzioni di automazione e servizi per centrali idroelettriche, fornirà quattro nuove linee di depurazione dei gas di combustione all’avanguardia per l’impianto di incenerimento dei rifiuti di Hamm, in Germania.

Questo impianto, che processa ogni anno circa 280mila tonnellate di rifiuti casalinghi ed aziendali e li trasforma in energia e teleriscaldamento, si è rivolto ad ANDRITZ per sostituire la linea depurativa grazie ad un sistema pensato e sviluppato per non dover spegnere l’inceneritore.

La tecnologia su cui si basa è un letto fluido circolante e un processo di denitrificazione catalitica ed è chiamata TurboSorp: grazie ai tre stadi del processo, i gas di combustione verranno depurati a tal punto che il livello delle emissioni sarà molto al di sotto dei limiti previsti dalla legge federale vigente.

Leggi anche: Shell interrompe l’investimento sui biocarburanti in Europa

I lavori inizieranno verso la fine del 2024 e, secondo le stime, dovrebbero terminare nel 2028 con l’ultima linea di depurazione.

“ANDRITZ ha già dimostrato la sua adattabilità e flessibilità di fronte ai cambiamenti tecnici durante il processo di gara. Il loro approccio dopo la conclusione del contratto sottolinea questa professionalità. Non vediamo l’ora di una collaborazione basata sulla fiducia”, ha affermato Jürgen Kunze, amministratore delegato di MVA Hamm.

“Siamo orgogliosi di contribuire con le nostre tecnologie a ridurre al minimo le emissioni e a garantire il futuro dello stabilimento di Hamm”, ha commentato invece Harald Reissner, responsabile delle tecnologie per l’aria pulita presso ANDRITZ.

OilGasNews.it vi invita alla quarta edizione del PGE – Pipeline&Gas Expo, in programma a Piacenza nel 2026

Latest article

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...