martedì, Marzo 2, 2021

BP effettua le prime vendite dirette di gas naturale sul mercato cinese

Must read

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...

Saipem: rosso di oltre 1 miliardo nel 2020, ma l’azienda conferma l’impegno nella transizione energetica

La pandemia di coronavirus ha pesato in misura considerevole sui conti di Saipem, che ha chiuso il 2020 con un rosso superiore al miliardo...

Al via dal prossimo anno il servizio small scale della FSRU Toscana di OLT Offshore

La FSRU Toscana avvierà le operazioni di small scale GNL a gennaio 2022, mentre già nei prossimi mesi lancerà un sondaggio di mercato e...

Nuove date per l’OMC 2021, che si svolgerà a Ravenna dal 28 al 30 settembre

La 15esima edizione della fiera OMC (Offshore Mediterranean Conference) di Ravenna non si svolgerà a maggio, come inizialmente previsto, ma dal 28 al 30...

La major britannica BP ha iniziato a vendere direttamente a clienti cinesi carichi di gas naturale, completando una catena integrata del metano nella Repubblica Popolare che connette produzione upstream, trasporto e commercializzazione verso gli utenti finali.

BP ha infatti siglato un contratto di utilizzo di 600.000 tonnellate all’anno di capacità di rigassificazione presso il terminal di import di GNL Guangdong Dapeng LNG Company Limited (GDLNG, di cui la stessa BP è azionista col 30%), situato a Shenzhen, nella provincia di Guangdong. Il primo carico di gas naturale liquefatto che verrà rigassificato nell’ambito di questo accordo è stato consegnato ieri, 24 gennaio.

Lo scorso anno BP aveva firmato due contratti rispettivamente con ENN Group e Foran Energy, entrambe attive nella provincia di Guangdong, per la fornitura di 300.000 tonnellate all’anno ciascuna di GNL rigassificato e distribuito tramite pipeline, per due anni a partire dal 2021.

La Cina ha stabilito di arrivare al picco della produzione di CO2 entro il 2030, per poi diventare ‘carbon neutral’ entro il 2060, un percorso progressivo in cui il gas naturale giocherà un ruolo fondamentale. BP ha una posizione importante sul mercato cinese, essendo stata la prima major internazionale ad aver investito in un terminal di import di GNL nella Repubblica Popolare: il Guangdong Dapeng LNG, che movimenta circa il 22% di tutto il gas naturale liquefatto importato annualmente da Pechino.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...

Saipem: rosso di oltre 1 miliardo nel 2020, ma l’azienda conferma l’impegno nella transizione energetica

La pandemia di coronavirus ha pesato in misura considerevole sui conti di Saipem, che ha chiuso il 2020 con un rosso superiore al miliardo...

Al via dal prossimo anno il servizio small scale della FSRU Toscana di OLT Offshore

La FSRU Toscana avvierà le operazioni di small scale GNL a gennaio 2022, mentre già nei prossimi mesi lancerà un sondaggio di mercato e...

Nuove date per l’OMC 2021, che si svolgerà a Ravenna dal 28 al 30 settembre

La 15esima edizione della fiera OMC (Offshore Mediterranean Conference) di Ravenna non si svolgerà a maggio, come inizialmente previsto, ma dal 28 al 30...

Shell lancia anche in Italia la sua gamma di lubrificanti ‘carbon neutral’

Shell ha annunciato oggi il lancio della gamma di lubrificanti Carbon Neutral, ovvero a impatto zero di CO2e, disponibile in Italia e nei principali...