martedì, Maggio 17, 2022

BP effettua le prime vendite dirette di gas naturale sul mercato cinese

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

La major britannica BP ha iniziato a vendere direttamente a clienti cinesi carichi di gas naturale, completando una catena integrata del metano nella Repubblica Popolare che connette produzione upstream, trasporto e commercializzazione verso gli utenti finali.

BP ha infatti siglato un contratto di utilizzo di 600.000 tonnellate all’anno di capacità di rigassificazione presso il terminal di import di GNL Guangdong Dapeng LNG Company Limited (GDLNG, di cui la stessa BP è azionista col 30%), situato a Shenzhen, nella provincia di Guangdong. Il primo carico di gas naturale liquefatto che verrà rigassificato nell’ambito di questo accordo è stato consegnato ieri, 24 gennaio.

Lo scorso anno BP aveva firmato due contratti rispettivamente con ENN Group e Foran Energy, entrambe attive nella provincia di Guangdong, per la fornitura di 300.000 tonnellate all’anno ciascuna di GNL rigassificato e distribuito tramite pipeline, per due anni a partire dal 2021.

La Cina ha stabilito di arrivare al picco della produzione di CO2 entro il 2030, per poi diventare ‘carbon neutral’ entro il 2060, un percorso progressivo in cui il gas naturale giocherà un ruolo fondamentale. BP ha una posizione importante sul mercato cinese, essendo stata la prima major internazionale ad aver investito in un terminal di import di GNL nella Repubblica Popolare: il Guangdong Dapeng LNG, che movimenta circa il 22% di tutto il gas naturale liquefatto importato annualmente da Pechino.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...