giovedì, Maggio 13, 2021

BP effettua le prime vendite dirette di gas naturale sul mercato cinese

Must read

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

La major britannica BP ha iniziato a vendere direttamente a clienti cinesi carichi di gas naturale, completando una catena integrata del metano nella Repubblica Popolare che connette produzione upstream, trasporto e commercializzazione verso gli utenti finali.

BP ha infatti siglato un contratto di utilizzo di 600.000 tonnellate all’anno di capacità di rigassificazione presso il terminal di import di GNL Guangdong Dapeng LNG Company Limited (GDLNG, di cui la stessa BP è azionista col 30%), situato a Shenzhen, nella provincia di Guangdong. Il primo carico di gas naturale liquefatto che verrà rigassificato nell’ambito di questo accordo è stato consegnato ieri, 24 gennaio.

Lo scorso anno BP aveva firmato due contratti rispettivamente con ENN Group e Foran Energy, entrambe attive nella provincia di Guangdong, per la fornitura di 300.000 tonnellate all’anno ciascuna di GNL rigassificato e distribuito tramite pipeline, per due anni a partire dal 2021.

La Cina ha stabilito di arrivare al picco della produzione di CO2 entro il 2030, per poi diventare ‘carbon neutral’ entro il 2060, un percorso progressivo in cui il gas naturale giocherà un ruolo fondamentale. BP ha una posizione importante sul mercato cinese, essendo stata la prima major internazionale ad aver investito in un terminal di import di GNL nella Repubblica Popolare: il Guangdong Dapeng LNG, che movimenta circa il 22% di tutto il gas naturale liquefatto importato annualmente da Pechino.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Perù: riprende la produzione di petrolio nella zona settentrionale

Il Blocco 67, situato nella località di Loreto, ha ripreso le sue attività dopo un anno di paralisi a causa dei bassi prezzi del...