venerdì, Aprile 23, 2021

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL nel porto asiatico, uno dei principali hub marittimi del mondo.

Il via libera ottenuto da Total Marine Fuels, divisione specializzata nel carburante navale della major francese, diventerà effettiva a partire dal 1° gennaio 2022 e avrà una durata di 5 anni. Si tratta – come spiegano diversi media internazionali – della terza autorizzazione di questo tipo rilasciata dall’authority, dopo le prime due concesse in favore di FueLNG e Pavilion, ed è una diretta conseguenza della crescita della domanda di gas naturale liquefatto come carburante navale che si sta registrando a Singapore.

Il trend è decisamente sostenuto, e la terza autorizzazione conferita a Total, che porta la capacità complessiva di fornitura di GNL nello scalo a circa 1 milione di tonnellate annue, non sarà sufficiente a soddisfare la domanda prevista per i prossimi anni. Per questo l’autorità portuale lo scorso ottobre aveva avviato una ‘Request for Proposal’ per ricevere manifestazioni di interesse da parte di altri operatori interessati a svolgere il servizio di bunkeraggio nello scalo.

Commentando l’ottenimento di questa licenza, Jérôme Leprince-Ringuet, Vicepresidente Marine Fuels di Total, ha dichiarato: “Il GNL è la migliore soluzione, tra quelle già pronte e immediatamente utilizzabili, per ridurre l’impronta carbonica dei nostri clienti del settore marittimo, e apre la strada allo sviluppo di combustibili navali ‘carbon neutral’ come il bio-GNL e il metano sintetico”.

Il CEO della Port Authority di Singapore, Quah Ley Hoon, ha aggiunto: “Come primo hub mondiale per il bunkeraggi navale, il porto di Singapore è nella migliore posizione per espandere la propria offerta di combustibili navali. Il GNL costituisce una soluzione transitoria, ma immediatamente disponibile, per ridurre le emissioni delle navi”.

L’ente di governo dello scalo ha quindi ribadito che continuerà a lavorare con altri soggetti potenzialmente interessati a svolgere questo servizio, con l’obbiettivo di far crescere l’industria del bunkeraggio a Singapore e di guidare la transizione energetica verso un futuro più sostenibile.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...