lunedì, Giugno 14, 2021

DAL PROSSIMO ANNO ANKORGAZ PRODURRA’ BIO GNL NEL SUO NUOVO STABILIMENTO MILANESE

Must read

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

A partire dal 2020 Ankorgaz – gruppo attivo nel trading e nella logistica di gas liquidi, basato a Monaco, fondato e guidato dal giovane imprenditore italiano Antonio Barani – inizierà a produrre 3.000 tonnellate all’anno di biometano, che verrà poi liquefatto e trasformato in bio-GNL.

Lo ha spiegato, intervenendo allo Small Scale LNG Summit che si è svolto a Milano, lo stesso Barani, convinto che il bio-GNL sarà la prossima ‘big thing’ dell’industria (sul tema ha anche scritto un libro di prossima uscita).

“Grazie agli incentivi recentemente introdotti dal Governo con il ‘Decreto Biometano’, l’Italia è sicuramente il ‘place to be’, il posto giusto in cui avviare iniziative in questo settore sfruttando le potenzialità del biogas, che può essere trasformato in bio-GNL e utilizzato come carburante per esempio per i mezzi pesanti. Si tratta di un prodotto totalmente rinnovabile, che si adatta perfettamente al concetto di ‘circular economy’ e che consente di abbattere notevolmente le emissioni di CO2: -83,3% rispetto al diesel, -83% rispetto alla benzina e -78,6% rispetto al CNG (gas naturale compresso)”.

Ankorgaz ha deciso di scommettere su questo nuovo business, puntando una ‘fiche’ non indifferente, ovvero 25 milioni di euro, per acquisire – a marzo 2018 – uno stabilimento per il trattamento dei rifiuti ubicato a soli 15 chilometri da Milano: “A partire del prossimo anno saremo in grado, trattando rifiuti organici, di produrre 3.000 tonnellate all’anno di biometano, che poi grazie ad un impianto di micro-liquefazione trasformeremo in bio-GNL, combustibile completamente ecosostenibile e molto vicino ai potenziali mercati di consumo della Lombardia”.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

Lukoil autorizzata a perforare in acque poco profonde in Messico

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha autorizzato la compagnia Lukoil Upstream Mexico a perforare il pozzo esplorativo Yoti Oeste-1EXP in acque poco profonde. È il...