venerdì, Aprile 23, 2021

IL GRUPPO CROCIERISTICO CARNIVAL PUNTA TUTTO SUL GNL IN VISTA DI IMO 2020

Must read

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...

Per essere ‘compliant’ con i nuovi limiti alle emissioni di zolfo delle navi stabiliti dall’IMO (International Maritime Organizztion), che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2020, ci sono diverse strade: installazione di scrubber, utilizzo di bunker a basso tenore di zolfo oppure passaggio alla propulsione ibrida diesel-GNL.

Il colosso crocieristico americano Carnival, che controlla molti tra i più noti brand del settore, tra cui Costa Crociere, ha deciso di puntare tutto sul gas, come ha confermato Tom Strang, Senior Vice President Maritime Affairs di Carnival, intervenendo alla conferenza Small Scale LNG Summit che si è svolta a Milano.

“Per noi il GNL è il ‘best in class’, perché ci consente di raggiungere i nostri obbiettivi in tema di riduzione delle emissioni, ha un prezzo competitivo e con il nuovo IGF Code avrà presto anche una normativa certa”.

La questione della difformità normativa tra diversi Paesi è uno dei principali problemi riscontrati dagli operatori attivi nella distribuzione di GNL in ambito small scale, quindi destinato al bunkeraggio navale e all’autotrazione, ma il manager di Carnival sembra fiducioso a questo riguardo.

Il gruppo, d’altra parte, sta già operando la AIDANova, prima cruiseship (del marchio tedesco AIDA) alimentata a GNL attiva sul mercato, e presto prederà in consegna altre navi a gas, anche per Costa Crociere: “La AIDANova fa rifornimento ogni 2-3 settimane a Tenerife, nelle Canarie, nell’ambito di un contratto che abbiamo siglato con Shell, che ci fornisce il GNL con una sua apposita bettolina. Presto però questo servizio inizierà ad essere disponibile anche il altre zone del mondo, come Asia e America”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...

Petrobras cerca operatori internazionali per assegnare la gestione del terminal di rigassificazione Bahia LNG

Procede il processo avviato dalla corporation petrolifera statale brasiliana Petrobras per affidare la gestione del terminal di rigassificazione offshore Bahia LNG. La procedura, partita nella...