giovedì, Gennaio 20, 2022

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Must read

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili.

La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e la recente collaborazione con BASF, una delle aziende leader al mondo nel settore chimico, ne è la prova.

Le due società hanno firmato un accordo che le vedrà collaborare per lo sviluppo di una tecnologia in grado di produrre bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali, come la glicerina derivante dalla produzione del biodiesel FAME (Fatty Acid Methil Esters – Esteri Metilici di Acidi Grassi) che Eni acquisterà da vari produttori europei (ogni tonnellata di biodiesel genera circa il 10% in peso di glicerina).

Il processo di trasformazione.

La conversione di glicerina in propanolo si ottiene tramite un innovativo processo di idro-trattamento catalitico grazie all’utilizzo di un catalizzatore commerciale BASF, il quale permette una idrogenazione ad alta pressione che produce, infine, bio-propanolo ad elevato rendimento e purezza.

Il biocombustibile ottenuto da questo processo rappresenterà un’ottima opzione nella formulazione di carburanti premium e potrà ridurre le emissioni di gas serra tra il 65 e il 75% rispetto ai carburanti fossili.

Luisa Lavagnini, Responsabile Research and Technological Innovation di Eni, ha commentato: “La tecnologia che permette la trasformazione di glicerina in bio-propanolo è parte del grande impegno della Ricerca e Sviluppo di Eni per la decarbonizzazione. Questa collaborazione, che ci consente di velocizzare l’innovazione e ridurre sensibilmente il time to market, è in linea con la strategia Eni per lo sviluppo di filiere dei biocombustibili di “generazione avanzata”, ovvero biocombustibili prodotti a partire da feedstock che non entrano in competizione con le filiere della produzione alimentare”.

Detlef Ruff, Senior Vicepresidente dei Processi Catalitici di BASF, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di supportare lo sviluppo di bio-propanolo avanzato contribuendo al processo con il miglior catalizzatore, in grado di assicurare sia grande efficienza, sia lunga durata. L’opportunità di collaborare con un partner industriale solido come Eni è per noi un importante motore di innovazione e crescita”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Messico. Pemex riceverà le chiavi di Deer Park il 20 gennaio

Petróleos Mexicanos (Pemex) assumerà il controllo della raffineria di Deer Park, situata in Texas il 20 gennaio, questo è quanto emerge dalla chiusura dell'accordo...