sabato, Giugno 22, 2024

Eni colpisce ancora: scoperto giacimento di gas in Indonesia

Must read

Equinor svilupperà due impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord

La Norvegese Equinor si è aggiudicata due contratti per lo sviluppo di altrettanti impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord. Si prevede...

TotalEnergies e NNPCL espandono le perforazioni in Nigeria

Il colosso francese TotalEnergies e la Nigerian National Petroleum Corporation Ltd, società petrolifera nigeriana, detengono la partecipazione della licenza OML 58 con un rapporto...

Shell acquisirà Pavilion Energy

Shell Plc, tramite la sua sussidiaria Shell Eastern Trading Pte. Ltd, ha annunciato l'intenzione di acquisire la società energetica Pavilion Energy, di Singapore, controllata...

Vallourec fornirà i suoi prodotti ad Equinor

Vallourec, azienda francese leader nella soluzione di prodotti tubolari di alto livello per le industrie energetiche e dell'oil&gas ha firmato un accordo della durata...

A circa 85 chilometri dalla costa est del Kalimantan, nell’offshore indonesiano a quasi duemila metri di profondità, Eni ha trovato una colonna di gas di circa 50 metri che si stima potrebbe corrispondere a 140 miliardi di metri cubi di gas condensati che si tramuterebbero in 400 milioni di barili.

La scoperta è stata effettuata nell’ambito della strategia mirata alla creazione di di valore attraverso la conoscenza approfondita dei temi geologici e l’applicazione di tecnologie geofisiche avanzate.

Il giacimento, il Geng North-1 che fa parte della licenza North Ganal, ha tutte le potenzialità per diventare un importante polo di produzione gasifera nella parte settentrionale del bacino del Kutei, grazie anche ai possibili collegamenti con le facilities di liquefazione di Bontang.

Inoltre, non lontano da Geng North, si trova l’Indonesia Deepwater Development, che riserva diverse scoperte non ancora sviluppate come quelle di Rapak e Ganal, di cui Eni ha recentemente acquistato le azioni da Chevron, e che, si prevede, possano lavorare in sinergia.

Il giacimento è operato da Eni North Ganal Limited al 50,22%, da Neptune energy North Ganal BV (detenuta da Eni) al 38,08% e da Agra Energi I Pte Ltd all’11,74%.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Equinor svilupperà due impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord

La Norvegese Equinor si è aggiudicata due contratti per lo sviluppo di altrettanti impianti di stoccaggio di CO2 nel Mare del Nord. Si prevede...

TotalEnergies e NNPCL espandono le perforazioni in Nigeria

Il colosso francese TotalEnergies e la Nigerian National Petroleum Corporation Ltd, società petrolifera nigeriana, detengono la partecipazione della licenza OML 58 con un rapporto...

Shell acquisirà Pavilion Energy

Shell Plc, tramite la sua sussidiaria Shell Eastern Trading Pte. Ltd, ha annunciato l'intenzione di acquisire la società energetica Pavilion Energy, di Singapore, controllata...

Vallourec fornirà i suoi prodotti ad Equinor

Vallourec, azienda francese leader nella soluzione di prodotti tubolari di alto livello per le industrie energetiche e dell'oil&gas ha firmato un accordo della durata...

Snam soddisfatta dell’indipendenza dal gas russo

Stefano Venier, CEO di Snam, ha partecipato venerdì 14 giugno ad un incontro organizzato dal  MIB Trieste School of Management, di cui egli stesso...