venerdì, Maggio 20, 2022

GAS: PER LA PRIMA VOLTA L’UNGHERIA GUARDA A OVEST E FIRMA UN CONTRATTO CON SHELL

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

L’Ungheria acquisterà 250 milioni di metri cubi di GNL ogni anno, per 6 anni, da Royal Dutch Shell, attraverso il terminal in fase di costruzione sull’isola di Krk, in Croazia.

Il contratto ha una portata storica che va ben al di là della mera entità economia del deal, poiché, come ha chiarito il ministro deli esteri ungherese Peter Szijjarto, annunciando la definizione dell’accordo sulla sua pagina Facebook, “è la prima volta che l’Ungheria firma un contratto di fornitura di gas a lungo termine con una compagnia occidentale”. Occidentale che è il contrario di orientale, e quindi, almeno in questo caso, di ‘russo’.

E infatti Szijjarto aggiunge che “l’Ucraina si approvvigionerà, per il 10% del fabbisogno di gas nazionale, ad occidente, grazie al primo grande step nel suo percorso di diversificazione delle fonti energetiche”.

L’Ungheria si è sempre rifornita del gas necessario dalla Russia e non aveva mai siglato contratti di fornitura di lungo termine con altre compagnie all’infuori di Gazprom, anche se da tempo aveva espresso l’intenzione di avviare una diversificazione, contemplando anche fonti occidentali, salvo poi non riuscire a concretizzare questo proposito a causa della carenza di infrastrutture idonee a garantire l’afflusso di metano in arrivo da occidente.

Ora, con il nuovo terminal GNL croato di Krk quasi pronto per entrare in attività – cosa che dovrebbe avvenire nel corso dei prossimi mesi – l’Ungheria ha colto al volo l’occasione, firmando con Shell il suo primo contratto di fornitura di gas di origine non russa.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...