lunedì, Giugno 14, 2021

IEA: ritarda la ripresa del shale-oil americano

Must read

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

Secondo l’analisi dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), l’aumento dei prezzi del petrolio deve ancora innescare un rimbalzo del shale oil statunitense.

L’industria statunitense del shale-oil è diventata una risorsa nell’ambito dell’industria petrolifera mondiale, per la sua capacità di rispondere rapidamente ai segnali di variazione dei prezzi, grazie alla natura del ciclo breve per produrlo. Questo fattore è stato riscontrato di nuovo all’inizio della pandemia COVID-19 nel secondo trimestre del 2020, quando il crollo del mercato ha portato gli operatori a tagliare 1,3 milioni di barili al giorno e una media del budget annuale di oltre il 50%.

Tuttavia, quest’anno, nonostante i prezzi del WTI siano saliti a livelli pre-pandemia superiori a 60 dollari al barile, l’AIE prevede che lo shale oil statunitense aumenterà solo modestamente e raggiungerà una produzione nel 2021 di 7,3 milioni di barili al giorno. Si tratta di quasi 1 milione di barili al giorno al di sotto dei livelli di inizio 2020.

Dal crollo dei prezzi del 2014-15, sempre più operatori statunitensi di shale-oil si sono concentrati sull’austerità della gestione del capitale e dei dividendi degli azionisti, prima ancora delle ambizioni di crescita della produzioneha affermato IEA.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

Lukoil autorizzata a perforare in acque poco profonde in Messico

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha autorizzato la compagnia Lukoil Upstream Mexico a perforare il pozzo esplorativo Yoti Oeste-1EXP in acque poco profonde. È il...