sabato, Maggio 15, 2021

La ceca Renata Vachova al vertice della divisione Sud Europa del gruppo Alfa Laval

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Si rinnovano i vertici regionali di Alfa Laval, gruppo leader nello scambio termico, nella separazione centrifuga e movimentazione dei fluidi.

Renata Vachova è stata infatti nominata Cluster President per il Sud Europa, che comprende le regioni Adriatic (Italia e Grecia), della quale assume contestualmente il ruolo di Managing Director, Francia e Africa nordoccidentale, e Iberica (Spagna e Portogallo). Nella sua nuova posizione, Vachova subentra a Sergio Hicke, che assume contestualmente l’incarico di Cluster President India, Middle East & Africa.

In Alfa Laval da 27 anni, Renata Vachova è operativa nel suo nuovo ruolo dal 1 febbraio 2021, avendo ricoperto in precedenza numerosi incarichi di alta responsabilità nell’azienda, tra cui quello di Managing Director per la regione Iberica, Managing Director per l’Europa Centrale per 5 anni, dal 2013 al 2018, e prima Regional Service Manager.

“Sono particolarmente felice di assumere questo nuovo, prestigioso incarico in Alfa Laval in un momento nel quale il Sud Europa, e in particolare la regione Adriatic, hanno avviato assieme ai clienti, ai partner e a tutti i colleghi un processo di digital transformation che ci vedrà rafforzare la nostra posizione di mercato e i nostri valori di azienda attenta alla sostenibilità”, ha commentato Renata Vachova. “La pandemia ci ha portato a vivere grandi sfide e cambiamenti radicali ma ci ha anche dato l’opportunità di riflettere su quale sia la strada migliore da seguire per un futuro sostenibile e attento a migliorare le condizioni di vita delle persone di tutto il pianeta. Grazie a un grande portfolio di prodotti, a una profonda conoscenza delle applicazioni e a una radicata cultura di sostenibilità sono convinta che Alfa Laval possa essere tra i protagonisti di una nuova epoca di crescita e miglioramento”.

Renata Vachova – originaria della Repubblica Ceca e laureata in ingegneria meccanica alla Czech Technical University – ricoprirà la nuova posizione dagli uffici italiani del gruppo.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...