venerdì, Agosto 6, 2021

L’ENI SI AGGIUDICA NUOVE LICENZE ESPLORATIVE NELL’OFFSHORE DELLA NORVEGIA

Must read

Ecuador aumenta del 238% le esportazioni di petrolio negli Stati Uniti

In base al nuovo rapporto statistico della compagnia statale Petroamazonas, in maggio l'Ecuador ha esportato negli Stati Uniti una media di 196.000 barili di...

Schlumberger ha aumentato i suoi profitti dell’8%

Il gigante dei servizi petroliferi ha superato le aspettative nel secondo trimestre del 2021 e la tendenza conferma la crescita a breve e medio...

Il 56% delle attività a rischio di Repsol si trovano in Venezuela

La compagnia petrolifera spagnola Repsol ha presentato i suoi risultati finanziari del primo semestre 2021, in cui indica che i loro asset esposti a...

Snam – I gasdotti potranno trasportare in futuro l’idrogeno prodotto dalle rinnovabili

“Domani avremo idrogeno prodotto in Nord Africa, nel Mare del Nord, con risorse solari ed eoliche e quell’idrogeno può viaggiare attraverso il sistema esistente...

Eni, attraverso la controllata norvegese Vår Energi (di cui è azionista di minoranza l’operatore locale HitecVision, con il 30,4%), parteciperà complessivamente in 17 nuove licenze esplorative nell’offshore del Paese scandinavo.

Quello appena annunciato dal ‘cane a sei zampe’ è il risultato del processo di gara definito “Awards in Predefined Areas 2019” (APA), gestito dal Ministero norvegese del Petrolio ed Energia (MPE).

Vår Energi è risultata assegnataria di 7 licenze come Operatore (OP) e di 10 licenze in qualità di partner, spiega la corporation italiana in una nota.  Le licenze sono distribuite su tutte e tre le principali province petrolifere della piattaforma continentale norvegese (NCS): nel Mare del Nord, nel Mar Norvegese e nel Mare di Barents.

In seguito al recente completamento dell’acquisizione degli asset upstream di ExxonMobil in Norvegia, i risultati della procedura APA 2019 rafforzano la posizione di Vår Energi come una delle principali società E&P in Norvegia, si legge ancora nella nota di San Donato Milanese.

Le nuove licenze esplorative si trovano sia in aree attorno ai centri produttivi già operati sia in altre zone, confermando così la strategia di Vår Energi e l’impegno nell’esplorazione della piattaforma continentale norvegese, che costituisce una parte fondamentale della futura crescita organica della società.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Ecuador aumenta del 238% le esportazioni di petrolio negli Stati Uniti

In base al nuovo rapporto statistico della compagnia statale Petroamazonas, in maggio l'Ecuador ha esportato negli Stati Uniti una media di 196.000 barili di...

Schlumberger ha aumentato i suoi profitti dell’8%

Il gigante dei servizi petroliferi ha superato le aspettative nel secondo trimestre del 2021 e la tendenza conferma la crescita a breve e medio...

Il 56% delle attività a rischio di Repsol si trovano in Venezuela

La compagnia petrolifera spagnola Repsol ha presentato i suoi risultati finanziari del primo semestre 2021, in cui indica che i loro asset esposti a...

Snam – I gasdotti potranno trasportare in futuro l’idrogeno prodotto dalle rinnovabili

“Domani avremo idrogeno prodotto in Nord Africa, nel Mare del Nord, con risorse solari ed eoliche e quell’idrogeno può viaggiare attraverso il sistema esistente...

Iniziano i lavori di produzione presso il pozzo East Cendor, in Malesia

A 140 chilometri dalle coste della Penisola Malese, sono stati avviati da Petrofac Malaysia Ltd. i lavori presso il pozzo East Cendor, che diventa...