mercoledì, Febbraio 28, 2024

McDermott svela i dettagli del contratto ottenuto con Woodside Energy

Must read

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

McDermott International si è aggiudicata un contratto di smantellamento offshore nell’Australia Occidentale insieme al colosso energetico australiano Woodside Energy.

In particolare, l’azienda americana dovrà occuparsi della rimozione della boa della torretta di ormeggio della FPSO Stybarrow, facente parte dell’omonimo giacimento che si trova al largo di North West Cape.

McDermott, che si occuperà anche dei servizi di ingegneria e gestione, trasporterà e scaricherà la boa – utilizzando la nave DLV2000 – in una struttura che si occuperà dello smantellamento e dello smaltimento definitivo.

Questo contratto non solo dimostra la comprovata esperienza di McDermott nell’intraprendere progetti in acque profonde di diversi ambiti, ma sottolinea anche l’importanza fondamentale della disattivazione nel settore offshore. – ha dichiarato Mahesh Swaminathan, Senior Vice President, Subsea and Floating Facilities di McDermott – Con la nostra perfetta integrazione di ingegneria, fabbricazione e competenze di mobilitazione offshore, riteniamo di essere ben attrezzati per eseguire questo progetto in modo efficiente e responsabile, garantendo il recupero e la rimozione sicuri della boa Stybarrow DTM”.

Nel giacimento di Stybarrow, in funzione dal 2007 al 2015, era in funzione la FPSO Stybarrow Venture MV16, in grado di produrre circa 100.000 barili di petrolio al giorno. Dopo la fine dello sfruttamento e lo scollegamento della nave dalla boa, questa è inaspettatamente affondata ad una profondità di 825 metri.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...