giovedì, Febbraio 29, 2024

Naftogaz colpita da un attacco hacker

Must read

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

Negli ultimi giorni quattro importantissime società statali ucraine sono state colpite da attacchi informatici durissimi che ne hanno compromesso i servizi digitali e telefonici.

Naftogaz

La più grande delle aziende colpite è sicuramente Naftogaz, la più importante compagnia di petrolio e gas dello Stato, che fornisce energia ad oltre 12 milioni di famiglie. L’agenzia di sicurezza informatica ucraina è al lavoro per indagare sull’incidente ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito. L’attacco dovrebbe comunque essere di tipo DdoS, dal momento che a farne le spese sono stati il sito web e i call center.

Ukrposta

Un’altra azienda colpita dagli attacchi è Ukrposta, il fornitore nazionale di servizi postali. Anche in questo caso un attacco di tipo Distributed Denial of Service ha paralizzato i servizi di elaborazione dei pagamenti, l’accesso agli account personali degli utenti e l’interfaccia di programmazione dell’applicazione. “Sono possibili piccoli ritardi nella consegna dei pacchi, ma facciamo di tutto per ridurli al minimo” ha commentato Igor Smelyansky, Amministratore Delegato dell’azienda, dopo aver garantito il ripristino immediato di tutti i servizi.

Leggi anche: Shell venderà la sua controllata nigeriana SPCD ad una joint venture

Ukrzaliznytsia

La terza vittima è stata Ukrzaliznytsia, la società delle ferrovie statali. A causa degli attacchi, i clienti non sono riusciti ad acquistare i biglietti online. La compagnia non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito.

DSBT

Per ultimo, un quarto attacco è stato indirizzato a DSBT, l’agenzia responsabile della sicurezza dei trasporti. In questo caso a subìre dei danni è stata l’interfaccia chiamata “Shlyah”, un sistema utilizzato dagli autisti per attraversare i confini ucraini. Anche in questo caso, comunque, i servizi sono stati ripristinati.

L’attacco a DSBT, inoltre, è l’unico ad essere stato rivendicato da un gruppo di hacker informatici russi chiamato National Cyber Army. Non è chiaro se gli attacchi siano attribuibili tutti a questo gruppo, ma secondo Illia Vitiuk, Capo del Dipartimento di Sicurezza Informatica del Servizio di Sicurezza Ucraino, “L’obiettivo dell’attacco era provocare una distruzione “disastrosa”, sferrare un colpo psicologico e raccogliere informazioni”.

OilGasNews.it vi invita alla terza edizione del PGE2024 – Pipeline&Gas Expo, in programma a Piacenza dal 29 al 31 maggio 2024!

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...