mercoledì, Dicembre 8, 2021

NAPOLI OSPITERA’ LA CONFERENZA GNL, CON RELATORI ATTESI DA TUTTO IL MEDITERRANO

Must read

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

Come coniugare la necessità di muovere merci e persone, garantendo lo sviluppo dei servizi di trasporto, con la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini?

A questa domanda tenterà di rispondere Conferenza GNL-Expo GNL, in programma il 10 e 11 maggio prossimo alla Mostra D’Oltremare di Napoli, adottando una visione integrata che possa abbracciare tutto il bacino del Mediterraneo.

La diffusione del GNL (gas naturale liquefatto) come combustibile sia terrestre che navale, e di conseguenza la progettazione di nuovi siti di stoccaggio e di una catena logistica efficiente per questo combustibile, sono ormai una realtà consolidata, e il Mediterraneo è l’area privilegiata per l’incontro tra le economie europee, in grado di produrre la tecnologia necessaria a gestire questo processo, e i paesi produttori di gas come l’Algeria e l’Egitto, oltre a Qatar e Oman attraverso il Canale di Suez e Nigeria e Stati Uniti attraverso lo Stretto di Gibilterra.

In questo scenario l’Italia è una piattaforma logistica ideale, punto d’incontro delle rotte internazionali, e Napoli in particolare ha una tradizione millenaria di interscambio culturale, che continuerà in occasione della Conferenza GNL, durante la quale convergeranno nella città partenopea esperti internazionali, rappresentanti istituzionali di vari paesi ed esponenti delle principali imprese attive nel settore.

Oltre alle sessioni di convegni, l’evento sarà arricchito dall’Expo GNL, un’area espositiva di oltre 1.000 metri quadrati in cui saranno presenti proposte tecniche, mezzi pesanti, ma anche spazi da utilizzare per seminari, approfondimenti e incontri con clienti e fornitori.

A sottolineare il carattere internazionale della kermesse, gli organizzatori annunciano anche gli accordi stretti con l’OME (Observatorie Mediterranéen de l’Energie) e con il GEF (Greek Energy Forum), un think-thank internazionale sull’energia che ha definito Conferenza GNL “la manifestazione più significativa sul GNL di piccola scala nella regione euro mediterranea”.

L’OME, associazione che raccoglie le più importanti aziende energetiche operanti nell’area mediterranea e che da oltre 25 anni promuove il dibattito sull’energia attraverso analisi trasversali sulle questioni energetiche, terrà la riunione biennale del comitato idrocarburi e sicurezza energetica proprio in occasione dell’evento napoletano.

Numerosi gli altri patrocinatori dell’evento, italiani e internazionali: il CIG (Comitato Italiano Gas), l’inglese SGMS (Society for Gas as Marine Fuel) e il Freight Leaders Council.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

OPEC+ conferma la decisione di aumentare la produzione di 400.000 b/g da gennaio

La 23 .ma riunione dell’OPEC e dei Paesi produttori che non fanno parte di questa istituzione, conferma la sua predisposizione di aumentare la produzione...