sabato, Maggio 15, 2021

NAPOLI SI CANDIDA A CAPITALE DEL GNL

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Napoli ha deciso di puntare sul GNL come carburante navale e di ritagliarsi un ruolo di primo piano nel settore, come testimonia la presenza nella città partenopea di Conferenza GNL, evento internazionale che si terrà al Palazzo dei Congressi della Mostra D’Oltremare il 10 e 11 maggio prossimi.

E d’altra parte è arrivato a confermare questa nuova vocazione dello scalo il recente annuncio di Pietro Spirito, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, che ha reso noto come entro fine anno l’authority dei porti di Napoli e Salerno richiederà manifestazioni d’interesse per realizzare un deposito costiero che garantisca il servizio di rifornimento di GNL alle navi che faranno scalo nel porto di Napoli.

Una notizia importanza, sottolineata con una nota dagli stessi organizzatori della Conferenza GNL, evento itinerante nato nel 2012 che nell’edizione di quest’anno analizzerà le recenti dinamiche del mercato grazie anche al contributo di Greek Energy Forum, think tank internazionale sull’energia e della statunitense LNG Allies, associazione delle compagnie esportatrici di GNL dagli USA, mentre un focus sulla situazione asiatica sarà fornito dall’Università di Shanghai.

Particolare attenzione verrà poi riservata alle tematiche ambientali grazie a contributi di rappresentanti dell’Organizzazione Marittima Mondiale (IMO) e della Commissione Europea, oltre che del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che patrocina l’evento insieme al Ministero degli Esteri.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...