giovedì, Febbraio 29, 2024

NextChem ottiene un contratto pre-feed per la produzione di biometano in Francia

Must read

Il misuratore multifase di Pietro Fiorentini per un giacimento in Uganda

Pietro Fiorentini, società specializzata nella progettazione e realizzazione di un'ampia gamma di soluzioni tecnologicamente avanzate per la filiera del gas naturale, fornirà 22 misuratori...

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

NextChem, una società di MAIRE che si occupa di sviluppo e fornitura di soluzioni tecnologiche, processi e basic engineering design, apparecchiature proprietarie e catalizzatori per favorire la decarbonizzazione, ha ottenuto tramite la propria sussidiaria NextChem Tech un contratto con ENGIE, multinazionale francese che opera nei settori di produzione e distribuzione di gas naturale.

Il contratto prevede lo sviluppo pre-feed di un piano di gassificazione e metanizzazione degli scarti del legno e di un’unità di cattura della CO2 per quanto riguarda il progetto Salamandre, in Normandia.

L’assegnazione del lavoro a NextChem segue il fruttuoso completamento di uno studio avanzato sull’ingegneria base per quello che riguarda la gassificazione degli scarti legnosi e i sistemi di purificazione del gas di sintesi nell’ottica della produzione del biometano di seconda generazione.

Inoltre, tra gli obiettivi dell’azienda, ci sarebbe quello di compiere delle stime preliminari sulla possibilità di gassificazione e metanizzazione totale dell’intero progetto, comprese le unità ausiliarie che saranno parte della decisione finale d’investimento del cliente.

Secondo le stime l’impianto dovrebbe arrivare a produrre 20MW di biometano equivalente, ricavato dalla pirogassificazione degli scarti lignei. Si tratterà di uno dei primi progetti industiali di questo tipo al mondo.

Questo nuovo accordo con ENGIE è un’ulteriore prova della già riconosciuta capacità di MAIRE nello sviluppo e implemento di soluzioni tecnologiche sostenibili – ha commentato Alessandro Bernini, CEO di MAIRE – in linea con i nuovi regolamenti europei per la produzione di gas di sintesi e biometano derivato dagli scarti del legno e dalle biomasse.”

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il misuratore multifase di Pietro Fiorentini per un giacimento in Uganda

Pietro Fiorentini, società specializzata nella progettazione e realizzazione di un'ampia gamma di soluzioni tecnologicamente avanzate per la filiera del gas naturale, fornirà 22 misuratori...

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...