lunedì, Giugno 14, 2021

NONOSTANTE ESENZIONE TEMPORANEA DALLE SANZIONI USA, L’ITALIA HA SMESSO DI COMPRARE GREGGIO DALL’IRAN

Must read

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

Nonostante l’ottenimento di un’esenzione, che avrebbe consentito – ancorché soltanto per un periodo di tempo limitato – di continuare ad acquistare petrolio iraniano senza incorrere nelle nuove sanzioni americane, il nostro Paese ha smesso del tutto di importare greggio da Teheran.

A rivelarlo, secondo quanto riferito dalla Reuters, è lo stesso Governo iraniano, per bocca del Ministro del Petrolio Bijan Zanganeh, che ha dichiarato all’agenzia stampa locale ISNA: “Nessun paese europeo sta attualmente comprando petrolio dall’Iran, esclusa la Turchia. Italia e Grecia, che hanno ottenuto un’esenzione dalle sanzioni dal Governo americano, non stanno comprando greggio iraniano e non rispondono alle nostre domande a riguardo”.

Oltre alla Turchia, che le sta sfruttando, e all’Italia e alla Grecia, che invece non lo stanno facendo, ricorda la Reuters, Washington ha concesso esenzioni temporanee dalle nuove sanzioni comminate all’Iran anche a Cina, India, Giappone, Corea del Sud e Taiwan.

Zanganeh ha quindi aggiunto che l’impatto delle sanzioni americane è più pesante di quello derivato dalla guerra Iran-Iraq degli anni ’80 del secolo scorso, ma che comunque Teheran non permetterà agli Stati Uniti di ridurre a zero l’export petrolifero del Paese”.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Saipem realizzerà la piattaforma galleggiante P-79 in Brasile

Saipem, a capo di una joint venture con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. Ltd (DSME), una delle principali compagnie Sud Coreane nelle costruzioni...

Gli Stati Uniti battono un nuovo record nelle esportazioni di gas naturale nel 2020

L'Energy Information Administration (EIA), ha annunciato che il paese ha superato il suo record di esportazione di gas naturale nel 2020, con 5,3 trilioni...

Nuova scoperta di Exxon Mobil in Guyana

Il pozzo Longtail-3 ha scoperto uno strato di 70 metri di sabbia bituminosa nel famoso blocco Stabroek, aumentando significativamente il volume delle riserve recuperabili...

Siemens Energy fornisce apparecchiature sottomarine per il campo di Bacalhau

La compagnia OneSubsea ha scelto Siemens Energy per fornire le attrezzature sottomarine per lo sviluppo del giacimento brasiliano di Bacalhau nella regione di Pre-sal...

Lukoil autorizzata a perforare in acque poco profonde in Messico

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha autorizzato la compagnia Lukoil Upstream Mexico a perforare il pozzo esplorativo Yoti Oeste-1EXP in acque poco profonde. È il...