sabato, Settembre 18, 2021

NONOSTANTE ESENZIONE TEMPORANEA DALLE SANZIONI USA, L’ITALIA HA SMESSO DI COMPRARE GREGGIO DALL’IRAN

Must read

Snam partecipa a Biogas Italy per promuovere la transizione energetica e la decarbonizzazione del settore dei trasporti

Snam sarà presente a Biogas Italy, l’evento dedicato al biogas e biometano agricolo che avrà luogo a Roma i prossimi 22 e 23 settembre...

Ecuador. I lavori di riparazione dell’unità FCC della raffineria di Esmeraldas sono stati completati

La compagnia statale Petroecuador ha annunciato che i lavori di manutenzione, riparazione e avviamento dell'Unità di cracking catalitico (FCC) della Raffineria Esmeraldas sono stati...

Pemex cancella i contratti con Vitol a causa di uno scandalo di corruzione

La compagnia Petróleos Mexicanos (Pemex) ha annullato tre contratti con Vitol, a causa di un episodio di corruzione negli Stati Uniti che ha coinvolto...

Carburanti sostenibili per il trasporto pubblico – il commento di Andrea Arzà e Assogasliquidi-Federchimica

Andrea Arzà, AD di Liquigas e presidente di Assogasliquidi-Federchimica, è intervenuto in merito al recente invito del Parlamento al Governo nell’estendere l’uso di veicoli...

Nonostante l’ottenimento di un’esenzione, che avrebbe consentito – ancorché soltanto per un periodo di tempo limitato – di continuare ad acquistare petrolio iraniano senza incorrere nelle nuove sanzioni americane, il nostro Paese ha smesso del tutto di importare greggio da Teheran.

A rivelarlo, secondo quanto riferito dalla Reuters, è lo stesso Governo iraniano, per bocca del Ministro del Petrolio Bijan Zanganeh, che ha dichiarato all’agenzia stampa locale ISNA: “Nessun paese europeo sta attualmente comprando petrolio dall’Iran, esclusa la Turchia. Italia e Grecia, che hanno ottenuto un’esenzione dalle sanzioni dal Governo americano, non stanno comprando greggio iraniano e non rispondono alle nostre domande a riguardo”.

Oltre alla Turchia, che le sta sfruttando, e all’Italia e alla Grecia, che invece non lo stanno facendo, ricorda la Reuters, Washington ha concesso esenzioni temporanee dalle nuove sanzioni comminate all’Iran anche a Cina, India, Giappone, Corea del Sud e Taiwan.

Zanganeh ha quindi aggiunto che l’impatto delle sanzioni americane è più pesante di quello derivato dalla guerra Iran-Iraq degli anni ’80 del secolo scorso, ma che comunque Teheran non permetterà agli Stati Uniti di ridurre a zero l’export petrolifero del Paese”.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Snam partecipa a Biogas Italy per promuovere la transizione energetica e la decarbonizzazione del settore dei trasporti

Snam sarà presente a Biogas Italy, l’evento dedicato al biogas e biometano agricolo che avrà luogo a Roma i prossimi 22 e 23 settembre...

Ecuador. I lavori di riparazione dell’unità FCC della raffineria di Esmeraldas sono stati completati

La compagnia statale Petroecuador ha annunciato che i lavori di manutenzione, riparazione e avviamento dell'Unità di cracking catalitico (FCC) della Raffineria Esmeraldas sono stati...

Pemex cancella i contratti con Vitol a causa di uno scandalo di corruzione

La compagnia Petróleos Mexicanos (Pemex) ha annullato tre contratti con Vitol, a causa di un episodio di corruzione negli Stati Uniti che ha coinvolto...

Carburanti sostenibili per il trasporto pubblico – il commento di Andrea Arzà e Assogasliquidi-Federchimica

Andrea Arzà, AD di Liquigas e presidente di Assogasliquidi-Federchimica, è intervenuto in merito al recente invito del Parlamento al Governo nell’estendere l’uso di veicoli...

Costi del gas in aumento e corsa alla transizione ecologica – le posizioni del Premier Draghi e del Ministro Cingolani

Decarbonizzazione e transizione alle energie rinnovabili. Ospite al quindicesimo forum economico italo-tedesco “Ripartiamo con l’Italia”, svoltosi di recente a Cernobbio, il Presidente del Consiglio Mario...