venerdì, Maggio 20, 2022

NUOVA SCOPERTA DI PETROLIO E GAS PER VAR ENERGI, CONTROLLATA NORVEGESE DELL’ENI

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Nuove scoperta di petrolio e gas per l’Eni: la corporation italiana ha appena annunciato un nuovo ritrovamento nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese, effettuato dalla controllata Var Energi (69,6% Eni e 30,4% HitecVision).

La scoperta è stata effettuata con il pozzo 24/9-14S e un seguente side track 24/9-14A nel prospect esplorativo denominato Froskelar Main.  Vår Energi AS detiene il 20% di interesse partecipativo nella licenza dove Aker BP è l’operatore con il 60% e Lundin Norway AS è l’altro partner con il 20%.  Froskelar è situata circa 4 Km a nord ovest del campo di Bøyla Field e 225 km a ovest di Stavanger in profondità d’acqua di 120 m. Il pozzo è stato perforato con l’impianto Scarabeo 8.

Il pozzo 24/9-14S – spiega l’Eni in una nota – è stato perforato fino ad una profondità verticale di 2097 m incontrando vari livelli mineralizzati a olio e gas nelle arenarie Paleoceniche dell’Hordland Group, con buone proprietà petrofisiche, interpretate come “Injectites”. Il pozzo ha provato una colonna di idrocarburi di 68 m di cui 38m mineralizzata a olio.  Il side track orizzontale 24/9-14A ha incontrato una successione di 540 m di sabbie con buona qualità, verificando i contatti tra i fluidi. È stata condotta un’intensa campagna di acquisizione dati e campionamenti di fluidi.

Le stime preliminari dell’operatore indicano una scoperta tra 63 e 132 milioni di barili di olio equivalente di riserve recuperabili. Una parte della scoperta si potrebbe estendere in acque britanniche. La scoperta può essere collegata alle vicine infrastrutture esistenti nell’area di Alvheim.

La licenza PL 869 è stata assegnata nell’ APA Round 2016 e circonda la licenza PL340 (Vår Energi 20%) in cui si trovano il campo di Bøyla e la scoperta di Frosk. I risultati di Froskelar raddoppiano le risorse della scoperta di Frosk e sono di notevole importanza per Vår Energi essendo situate in prossimità del campo di Bøyla e il campo operato di Balder/Ringhorne.

Vår Energi e’ una nuova e importante compagnia indipendente di esplorazione e produzione sulla piattaforma continentale Norvegese (NCS) ed è il risultato di un merge tra Point Resources AS e Eni Norge AS.

Vår Energi detiene interessi in oltre 100 licenze nell’ offshore Norvegese e opera produzione su tutta la piattaforma continentale norvegese. La compagnia ha una organizzazione con 800 dipendenti. La produzione Equity attuale è di circa 160.000 barili di olio equivalente al giorno.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...