venerdì, Aprile 23, 2021

OFFSHORE: ANCHE LA GRECIA NEL MIRINO DELLE MAJOR A ‘CACCIA’ DI GAS

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

Complice la necessità di far quadrare conti pubblici pesantemente dissestati a causa della crisi degli ultimi anni, il governo greco ha deciso di cominciare a scommettere sulle risorse energetiche sottomarine, anche alla luce delle recenti scoperte in aree limitrofe alle acque territoriali elleniche.

Questo settore di attività, in Grecia, è sempre stato trascurato, ma ora l’interesse di operatori locali e major internazionali sembra in crescita: il ministero dell’energia di Atene ha infatti reso noto a fine maggio che due società estere, in partnership con Hellenic Petroleum, hanno chiesto un permesso per esplorazioni offshore nell’area a sud di Creta, a ovest di Cipro e a nord dell’Egitto.

Permessi nella stessa zona erano stati messi a gara già nel 2013, senza riscontrare tuttavia alcun interesse: ora però le cose sono cambiate da quando, in aree limitrofe, sono state scoperte enormi riserve di gas naturale. Tra queste il maxi-giacimento Zohr, operato dall’Eni, che dovrebbe entrare in produzione entro la fine di quest’anno, il Leviathan in Israele e recenti scoperte fatte dall’Eni nell’offshore della Libia.

Per questo – secondo la testata specializzata Petroleum Economist, che ha dedicato un approfondimento sul tema – la Grecia si è accorta di trovarsi ai confini di una nuova provincia del gas, un’area che si sta dimostrando molto ricca di risorse ancora non sfruttate, la quali, è la speranza di Atene, potrebbero trovarsi anche in acque territoriali elleniche.

Non è scontato che questa previsione si realizzi, e scavare dei pozzi esplorativi sarà decisamente costoso perché le acque sono molto profonde, ma le major dispongono già di una vasta serie di dati geologici raccolti durante le campagne in aree limitrofe del Mediterraneo Orientale, e compagnie come Total e Exxon, già molto attive nell’offshore di Cipro, potrebbero sfruttare economie di scala e sinergie espandendo le attività anche in acque greche.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...