lunedì, Novembre 29, 2021

ORDINATA IN OLANDA DA VAN OORD LA PRIMA CRANE-VESSEL A GNL

Must read

Messico. Gli operatori investono 315 milioni di euro nella perforazione di pozzi

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha riferito che nel trimestre luglio-settembre 2021 è stata confermata l'autorizzazione per la perforazione di 15 pozzi, di cui...

I prezzi della benzina negli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo

Secondo i dati dell'Office of Energy Information (EIA), nel mese di novembre il prezzo medio che i consumatori statunitensi hanno pagato per la benzina...

Biden ha annunciato il rilascio di 50 milioni di barili dalle proprie riserve

L'annuncio del governo federale di rilasciare sul mercato 50 milioni di barili dalla sua riserva strategica di petrolio è un forte segnale per contrastare...

Colombia aumenta la capacità di importazione di GPL

Sono stati inaugurati i lavori di ampliamento del Terminal di Okianus allo scopo di incrementare la capacità di importazione di GPL, che adesso garantisce...

Il gruppo marittimo olandese Van Oord tra circa un anno prenderà in consegna una crane-vessel del tutto inedita: sarà infatti la prima unità delle sua tipologia alimentata a GNL (Gas Naturale Liquefatto).

La società con base a Rotterdam, specializzata in lavori sottomarini, dragaggi e servizi all’industria delle estrazioni offshore, ha infatti reso noto di aver commissionato al cantiere connazionale Neptune di Hardinxveld-Giessendam la costruzione di un’imbarcazione con gru per il sollevamento di carichi eccezionali, che verrà nominata Werkendam e sarà destinata alla sua controllata Paans Van Oord.

Il mezzo sarà pronto in circa 12 mesi e sarà il primo crane-vessel del mondo alimentato a GNL, anche se avrà un motore diesel tradizionale che servirà soltanto come generatore di riserva. La Werkendam disporrà di un serbatoio di 38 metri cubi per il gas liquido, la cui combustione genererà sia la propulsione che l’energia elettrica necessaria a far funzionare la strumentazione di bordo, compresa la gru.

In questo modo, spiega Van Oord, sarà possibile ridurre drasticamente i consumi e la produzione di CO2, senza tuttavia compromettere l’efficienza operativa della Werkendam.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Messico. Gli operatori investono 315 milioni di euro nella perforazione di pozzi

La Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha riferito che nel trimestre luglio-settembre 2021 è stata confermata l'autorizzazione per la perforazione di 15 pozzi, di cui...

I prezzi della benzina negli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo

Secondo i dati dell'Office of Energy Information (EIA), nel mese di novembre il prezzo medio che i consumatori statunitensi hanno pagato per la benzina...

Biden ha annunciato il rilascio di 50 milioni di barili dalle proprie riserve

L'annuncio del governo federale di rilasciare sul mercato 50 milioni di barili dalla sua riserva strategica di petrolio è un forte segnale per contrastare...

Colombia aumenta la capacità di importazione di GPL

Sono stati inaugurati i lavori di ampliamento del Terminal di Okianus allo scopo di incrementare la capacità di importazione di GPL, che adesso garantisce...

Lukoil scopre un nuovo giacimento petrolifero nel Golfo del Messico

La compagnia petrolifera russa Lukoil ha annunciato la scoperta di un importante giacimento calcolato con una riserva di 250 milioni di barili di greggio....