lunedì, Maggio 27, 2024

RIGASSIFICATORE PANIGAGLIA (SNAM): CRESCIUTE DEL 300% LE NAVI IN ARRIVO NEL 2019

Must read

Saipem ottiene un nuovo contratto in Angola

In base ad un accordo firmato con Azule Energy Angola, Saipem ha ottenuto un contratto per lo sviluppo del progetto Ndungu Field, che fa...

Fabio Belli è vicepresidente esecutivo e COO di Kerry Project Logistics

Nuovo incarico di assoluto prestigio per Fabio Belli, dopo la conclusione dell’esperienza in Fagioli come CEO della società. L’approdo di oggi è in Kerry Project Logistics...

Scambio di asset tra Equinor e Petoro

Equinor e Petoro, società interamente controllata dal governo norvegese, hanno stipulato un accordo per lo scambio di asset a valore neutro nell'area di Haltenbanken. “Abbiamo...

Rosetti Marino ottiene un contratto FEED da INEOS E&P

L'azienda ravennate Rosetti Marino, che si occupa di fornire servizi di ingegneria e costruzione a vari settori industriali, si è aggiudicata dalla danese INEOS...

Si sta dimostrando in fortissima crescita, quest’anno, l’afflusso di GNL (gas naturale liquefatto) in arrivo via mare al rigassificatore di Panigaglia (La Spezia), uno dei tre terminali di questo tipo attivi in Italia (gli altri due sono quello gestito da OLT Offshore al largo di Livorno e quello di Adriatic LNG al largo di Rovigo, entrambi offshore).

L’impianto ligure, l’unico onshore, è operato da GNL Italia, una controllata di Snam, gruppo sul cui profilo Linkedin sono stati pubblicati alcuni dati riguardo alle attività del terminal.

Nel post in questione si parla infatti della visita del Presidente di Snam Luca Dal Fabbro, dell’AD Marco Alvera’ e del Chief Industrial Assets Officer Massimo Derchi, al rigassificatore di Panigaglia e alla metaniera Global Energy LNG, impegnata nella fase di discarica del gas liquefatto. Il tutto in compagnia del responsabile Operations di GNL Italia Giuseppe Vareschi.

Nello stesso post, Snam ricorda quindi come il terminal ligure rappresenti “un’importante fonte di importazione di gas naturale liquefatto per l’Italia” rivela che da gennaio ad oggi sono state oltre 40 le navi gasiere attraccate al rigassifictore, il 300% di quanto registrato nello stesso periodo del 2019.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Saipem ottiene un nuovo contratto in Angola

In base ad un accordo firmato con Azule Energy Angola, Saipem ha ottenuto un contratto per lo sviluppo del progetto Ndungu Field, che fa...

Fabio Belli è vicepresidente esecutivo e COO di Kerry Project Logistics

Nuovo incarico di assoluto prestigio per Fabio Belli, dopo la conclusione dell’esperienza in Fagioli come CEO della società. L’approdo di oggi è in Kerry Project Logistics...

Scambio di asset tra Equinor e Petoro

Equinor e Petoro, società interamente controllata dal governo norvegese, hanno stipulato un accordo per lo scambio di asset a valore neutro nell'area di Haltenbanken. “Abbiamo...

Rosetti Marino ottiene un contratto FEED da INEOS E&P

L'azienda ravennate Rosetti Marino, che si occupa di fornire servizi di ingegneria e costruzione a vari settori industriali, si è aggiudicata dalla danese INEOS...

BP concede una boccata d’aria ai bilanci azeri

BP, colosso petrolifero britannico, ha annunciato di aver avviato la produzione di petrolio e gas nella nuova piattaforma petrolifera costruita nel giacimento Azeri-Chirag-Deepwater Gunashli...