venerdì, Dicembre 3, 2021

SAIPEM OTTIENE DA EXXONMOBILE UN NUOVO CONTRATTO EPCI NELL’OFFSHORE DELLA GUYANA

Must read

La Guyana è diventato il sesto fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nel report mensile dell'Energy Information Administration (EIA) si conferma che la Guyana è diventato il sesto fornitore di idrocarburi del paese con 176.000 barili...

Ecopetrol e Shell perforeranno assieme nei Caraibi

In un comunicato stampa congiunto Ecopetrol e Shell, hanno fatto sapere che stanno conducendo studi per determinare gli investimenti necessari per perforare il primo...

Messico. Nessuna nuova concessione per lo sfruttamento petrolifero

Durante la sua conferenza stampa mattutina, il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador, ha affermato che fino alla fine della sua amministrazione non...

Messico. Le esportazioni di petrolio verso gli Stati Uniti sono aumentate del 15%

Secondo il report di settembre della Energy Information Administration (EIA), in settembre il Messico ha esportato 814.000 barili di petrolio al giorno negli Stati...

Saipem ha ottenuto un nuovo contratto EPCI da Esso Exploration e Production Guyana Limited, una controllata di ExxonMobil.

Il contractor italiano ha infatti ricevuto dalla oil major l’incarico di effettuare tutte le attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione, installazione di riser, flow line, strutture associate e collegamenti in relazione al pacchetto SURF del campo petrolifero Liza, situato a circa 120 miglia al largo delle coste della Guyana, ad una profondità di 1800 metri e dotato di una capacità potenziale stimata di oltre un miliardo di barili di olio equivalente.

Saipem, oltre alle attività tipiche del contratto EPCI, si occuperà anche del trasporto e dell’installazione di ombelicali, fondamenta e collettori per pozzi e impianti di iniezione di acqua e gas utilizzando per i lavori, che avranno inizio nel 2019, mezzi tecnologicamente avanzati quali il FDS2 e il Normand Maximus (quest’ultimo noleggiato dall’armatore norvegese Solstad Offshore).

“Siamo molto soddisfatti dell’aggiudicazione del contratto da parte di un importante cliente quale ExxonMobil. Ulteriore motivo di soddisfazione è rappresentato dall’opportunità di lavorare, tra i primi nel settore oil&gas, in un Paese emergente qualela Guyana. Si tratta di un traguardo importante per Saipem, nonché di una prova sfidante in un’area di frontiera” ha commentato il CEO di Saipem Stefano Cao.

Saipem ha inoltre acquisito nuovi contratti e variazioni dello scopo del lavoro di contratti in corso di esecuzione nelle aree del Mare del Nord e del West Africa. Le nuove acquisizioni ammontano complessivamente a 500 milioni di dollari.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

La Guyana è diventato il sesto fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nel report mensile dell'Energy Information Administration (EIA) si conferma che la Guyana è diventato il sesto fornitore di idrocarburi del paese con 176.000 barili...

Ecopetrol e Shell perforeranno assieme nei Caraibi

In un comunicato stampa congiunto Ecopetrol e Shell, hanno fatto sapere che stanno conducendo studi per determinare gli investimenti necessari per perforare il primo...

Messico. Nessuna nuova concessione per lo sfruttamento petrolifero

Durante la sua conferenza stampa mattutina, il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador, ha affermato che fino alla fine della sua amministrazione non...

Messico. Le esportazioni di petrolio verso gli Stati Uniti sono aumentate del 15%

Secondo il report di settembre della Energy Information Administration (EIA), in settembre il Messico ha esportato 814.000 barili di petrolio al giorno negli Stati...

Petrobras aumenterà gli investimenti del 25% fino al 2026

La compagnia petrolifera brasiliana Petrobras ha riferito che per il quinquennio 2022-2026 il Consiglio di Amministrazione della società ha approvato un aumento degli investimenti...