venerdì, Gennaio 27, 2023

TRIMESTRE POSITIVO PER MAIRE TECNIMONT

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

Trimestrale nettamente positiva per il gruppo italiano Maire Tecnimont, attivo nei settori dell’impiantistica industriale, delle energie e delle infrastrutture, che ha visto crescere tutti i principali indicatori economici nei primi 3 mesi dell’anno.

I ricavi al 31 marzo 2017 ammontavano a 756,5 milioni di euro, in aumento del 38,5% rispetto ai primi tre mesi del 2016, soprattutto grazie all’ingresso a regime dei principali progetti di tipologia EPC, che n

ell’esercizio precedente erano ancora nelle fasi iniziali di progettazione.

Crescita ancor più marcata per l’utile netto, arrivato a quota 31,8 milioni con un incremento del 72,5%, così come sono aumentati i valori di EBITDA ed EBIT, che nel primo trimestre 2017 si sono attestati rispettivamente a 45,5 milioni (+29,1% rispetto al primo trimestre 2016) e 44 milioni (+29,4%).

L’indebitamento finanziario netto è invece calato di 11,5 milioni rispetto al 31 dicembre 2016, arrivando ad una cifra totale di 31,3 milioni.

Scendendo più nel dettaglio, i ricavi della business unit Technology, Engineering & Construction sono aumentati del 41,1% arrivando a 736,1 milioni di euro, grazie all’evoluzione dei progetti nel portafoglio ordini e all’avanzamento delle nuove acquisizioni, mentre quelli generati dalla divisione Infrastrutture & Ingegneria Civile sono stati pari a 20,4 milioni di euro, in calo del 16,6% a causa del completamento di alcune delle commesse in portafoglio

Nel primo trimestre 2017 sono stati ottenuti nuovi ordini per 64,3 milioni di euro, in diminuzione di 926 milioni di euro.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...