giovedì, Febbraio 22, 2024

TRIMESTRE POSITIVO PER MAIRE TECNIMONT

Must read

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...

Trimestrale nettamente positiva per il gruppo italiano Maire Tecnimont, attivo nei settori dell’impiantistica industriale, delle energie e delle infrastrutture, che ha visto crescere tutti i principali indicatori economici nei primi 3 mesi dell’anno.

I ricavi al 31 marzo 2017 ammontavano a 756,5 milioni di euro, in aumento del 38,5% rispetto ai primi tre mesi del 2016, soprattutto grazie all’ingresso a regime dei principali progetti di tipologia EPC, che n

ell’esercizio precedente erano ancora nelle fasi iniziali di progettazione.

Crescita ancor più marcata per l’utile netto, arrivato a quota 31,8 milioni con un incremento del 72,5%, così come sono aumentati i valori di EBITDA ed EBIT, che nel primo trimestre 2017 si sono attestati rispettivamente a 45,5 milioni (+29,1% rispetto al primo trimestre 2016) e 44 milioni (+29,4%).

L’indebitamento finanziario netto è invece calato di 11,5 milioni rispetto al 31 dicembre 2016, arrivando ad una cifra totale di 31,3 milioni.

Scendendo più nel dettaglio, i ricavi della business unit Technology, Engineering & Construction sono aumentati del 41,1% arrivando a 736,1 milioni di euro, grazie all’evoluzione dei progetti nel portafoglio ordini e all’avanzamento delle nuove acquisizioni, mentre quelli generati dalla divisione Infrastrutture & Ingegneria Civile sono stati pari a 20,4 milioni di euro, in calo del 16,6% a causa del completamento di alcune delle commesse in portafoglio

Nel primo trimestre 2017 sono stati ottenuti nuovi ordini per 64,3 milioni di euro, in diminuzione di 926 milioni di euro.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...

Claudio Descalzi incontra il presidente dell’Indonesia

L'Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, si è recato a Giacarta per incontrare il Presidente della Repubblica indonesiano Joko Widodo. Il tema dell'incontro era...