martedì, Ottobre 26, 2021

SVOLTA STORICA PER ASSOMINERARIA, CHE DIVENTA ASSORISORSE

Must read

Petroperù ha avuto un utile lordo di 320 milioni di euro in settembre

La compagnia Petroperú ha chiuso il mese di settembre con un utile lordo di 320 milioni di euro, 200 milioni in più rispetto allo...

Petrobras mantiene la crescita della produzione nel terzo trimestre

Secondo il comunicato di Petrobras, la produzione media di petrolio, GNL e gas naturale ha raggiunto 2,8 milioni di barili di petrolio equivalente al...

La produzione di petrolio in Argentina è scesa del 21% in un mese

Il Segretariato per l'Energia dell'Argentina ha riferito che la produzione di petrolio convenzionale a settembre è stata di 296.514 barili al giorno. Nello stesso mese,...

Brasile. La nuova asta ha venduto solo 5 blocchi su 92

 Il Brasile ha venduto solo cinque dei 92 blocchi offerti con nove società partecipanti, rispetto ai 17 blocchi assegnati nella precedente (2019). Grandi compagnie petrolifere...

In epoca di ‘green deal’ e di decarbonizzazione, anche Assomineraria, l’associazione italiana (aderente a Confindustria) delle aziende attive nell’industria mineraria e degli idrocarburi, non poteva non adeguarsi al trend e ripensare il proprio ruolo nell’ambito di un futuro energetico sempre più sostenibile.

Per questo l’Assemblea Generale, riunitasi oggi in via telematica, ha deciso di adottare il nuovo nome di Assorisorse – Risorse Naturali ed Energie sostenibili

Spiegando la svolta in una nota ufficiale, l’organizzazione ribadisce che “la continua evoluzione è un aspetto fondamentale per la filiera dell’energia e delle materie prime e per la relativa attività industriale, vista anche la consapevolezza dei mutamenti climatici e l’avvio di una transizione verso una “net zero carbon economy” – in Italia, in Europa e nel mondo. In quest’ottica è cruciale l’impegno delle imprese di Assorisorse per il raggiungimento degli obiettivi della transizione energetica, a cui possono contribuire facendo ricorso all’eccellenza delle proprie competenze”.

“All’interno dei nuovi scenari – ha quindi dichiarato Luigi Ciarrocchi, Presidente di Assorisorse – la nostra associazione sarà ancora più focalizzata a promuovere la cultura della transizione, i temi legati all’innovazione tecnologica, all’economia circolare e a valorizzare il patrimonio nazionale delle risorse sia materiali sia intellettuali. Per fare questo — ha aggiunto Ciarrocchi — è necessario puntare su un mix energetico che metta al centro il tema della decarbonizzazione attraverso uno sforzo tecnologico combinato, policy adeguate e interazioni costruttive con gli stakeholder. Il ruolo delle imprese che compongono questa filiera strategica sarà dunque quello di dimostrare coraggio, capacità di innovare e predisposizione ad investire nel talento.”

Le imprese associate, impegnate nella valorizzazione delle risorse naturali, infatti – si legge ancora nella nota – devono affrontare nuove sfide a livello globale, la cui rotta è tracciata dal mondo scientifico e dalle Istituzioni internazionali. L’industria italiana ha una lunga tradizione di leadership nel mondo, frutto di una consolidata esperienza e di un riconosciuto know-how, che senza dubbio consentiranno di governare il cambiamento. In un’ottica di sostenibilità, queste imprese intendono accompagnare e guidare la transizione. A cambiare è, quindi, il paradigma, con una conseguente diversificazione dei modelli di sviluppo e delle strategie di innovazione tecnologica. Oltre l’efficienza, le rinnovabili, il recycling e l’economia circolare, è necessario considerare nuovi processi come CCUS (Carbon capture, utilisation and storage), blue hydrogen e forestry.

Nel corso dell’Assemblea sono state rinnovate le cariche dell’associazione con la nomina dei Vicepresidenti Marco Brun (Shell) per il Settore Idrocarburi e Geotermia, Leonardo Brunori (RINA) per il Settore Beni e Servizi e Raffaele Calabrese De Feo (Solvay) per il Settore Minerario.

I Consigli di Settore sono invece composti da: Corrado Baccani, Giorgio Bozzola, Michele Caria, Francesco Lippi, Kosman Rivolti e Patrizia Zuppini per il Settore Minerario; Gaetano Annunziata, Stefano Boco, Massimiliano Erario, Roberto Gambini, Giuseppe Palmeri, Roberto Pasolini, Leonardo Salvadori, Davide Usberti e Francesca Zarri per il Settore Idrocarburi e Geotermia; Pasquale Criscuolo, Paolo Ghirelli, Paola Gigli, Leonardo Gravina, Oscar Guerra, Marco Oriolo, Sergio Polito, Michele Stangarone, Michelangelo Tortorella, Luciano Vasques e Katrien Verlinden per il Settore Beni e Servizi.

L’Assemblea ha poi approvato la composizione del Consiglio Generale presieduto da Luigi Ciarrocchi, di cui fanno parte: Corrado Baccani, Marco Brun, Leonardo Brunori, Raffaele Calabrese De Feo, Paolo Ghirelli, Oscar Guerra, Roberto Pasolini, Francesco Somma, Michele Stangarone, Davide Usberti, Katrien Verlinden e Patrizia Zuppini.

L’Assemblea ha inoltre eletto nella carica di Probiviri: Delio Belmonte, Federico Ferrini, Valeria Napoletti, Tiziana Paolicelli, Carlo Tribuno, mentre il Collegio dei Revisori è composto da: Ernesto Barbieri, Lara Kustermann, Enrico Napoletano.

L’Assemblea ha infine approvato il Bilancio 2019 che sarà pubblicato sul sito dell’Associazione, anch’esso rinnovato e ora raggiungibile all’indirizzo www.assorisorisorse.org.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petroperù ha avuto un utile lordo di 320 milioni di euro in settembre

La compagnia Petroperú ha chiuso il mese di settembre con un utile lordo di 320 milioni di euro, 200 milioni in più rispetto allo...

Petrobras mantiene la crescita della produzione nel terzo trimestre

Secondo il comunicato di Petrobras, la produzione media di petrolio, GNL e gas naturale ha raggiunto 2,8 milioni di barili di petrolio equivalente al...

La produzione di petrolio in Argentina è scesa del 21% in un mese

Il Segretariato per l'Energia dell'Argentina ha riferito che la produzione di petrolio convenzionale a settembre è stata di 296.514 barili al giorno. Nello stesso mese,...

Brasile. La nuova asta ha venduto solo 5 blocchi su 92

 Il Brasile ha venduto solo cinque dei 92 blocchi offerti con nove società partecipanti, rispetto ai 17 blocchi assegnati nella precedente (2019). Grandi compagnie petrolifere...

Pemex lancia bando di gara per la certificazione delle riserve di idrocarburi

Il dipartimento di produzione e esplorazione della compagnia statale petrolifera Pemex (PEP) è alla ricerca di una agenzia per quantificare e certificare i volumi...