martedì, Marzo 9, 2021

Total avanza nella decarbonizzazione: 2,5 miliardi di dollari per rilevare il 20% di Adani Green Energy

Must read

Eni pensa ad uno spin-off dei business retail e rinnovabili, con possibile quotazione in Borsa il prossimo anno

Eni sta valutando la possibilità di scorporare i business della vendita di energia sul mercato retail e della produzione di rinnovabili, e di quotare...

Snam punta sulla ‘pipeline virtuale’ per metanizzare la Sardegna: bando per la fornitura di navi gasiere

Tramontata l’ipotesi della cosiddetta ‘dorsale sarda’ – il gasdotto che avrebbe dovuto percorrere da nord a sud tutta l’isola trasportando il gas naturale –...

L’OPEC+ orientato a non aumentare (ancora) l’output petrolifero, e il prezzo del barile sale

Il prezzo del barile di petrolio è salito oggi (Brent +1,5% e WTI + 1,7%), sospinto dalla notizia che nel corso del prossimo meeting,...

Baker Hughes e Akastor fondono i rispettivi business a servizio dell’industria offshore

I due gruppi Baker Hughes e Akastor hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per integrare i rispettivi business nel settore delle perforazioni offshore. In...

Dopo aver abbandonato l’American Petroleum Institute (API), la principale lobby americana dell’industria oil&gas – ritenuta non sufficientemente schierata sui temi ambientali – e sulla scorta di quanto stanno facendo altre major internazionali tra cui BP ed Equinor (solo per citare quelle che si sono mosse in questa direzione con iniziative recenti), il gruppo energetico francese Total ha ‘piazzato’ una scommessa da 2,5 miliardi di dollari sulle energie rinnovabili.

E’ questo, infatti, il valore della quota del 20% dell’indiana Adani Green Energy che Total si appresta a rilevare, diventando così azionista di uno dei più attivi sviluppatori di progetti di energia solare a livello globale.

Nell’ambito dello stesso deal, il gruppo transalpino entrerà in possesso anche della metà delle azioni di un portafolio di impianti fotovoltaici di Adani di 2,35 GW di capacità complessiva, e otterrà anche un seggio nel Consiglio di Amministrazione dell’azienda indiana, parte della conglomerata industriale Adani Group.

Quella definita in questi giorni non è la prima partnership tra Total e Adani Green, che si erano già avvicinate all’inizio dello scorso anno concordando di costituire una joint-venture focalizzata sullo sviluppo di progetti di energia solare in India, e che si aggiunge alla già consolidata collaborazione che lega Total ad Adani Group nel settore del gas naturale.

La major francese, che punta a diventare uno dei primi 5 operatori al mondo nelle energie rinnovabili entro la fine del decennio, si sta muovendo molto attivamente su questo fronte e solo pochi giorni fa aveva annunciato la definizione di una partnership con il gruppo sudcoreano Hanwha Group per lo sviluppo di un impianto fotovoltaico su scala GW negli USA.

“Il nostro ingresso in Adani Green è un passaggio fondamentale della nostra strategia di sviluppo dell’industria delle energie rinnovabili in India” ha commentato il CEO di Total Patrick Pouyanne. “Considerando la dimensione del mercato, l’India è il luogo adatto in cui implementare il nostro percorso di transizione energetica che si basa su due pilastri: le rinnovabili e il gas naturale”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni pensa ad uno spin-off dei business retail e rinnovabili, con possibile quotazione in Borsa il prossimo anno

Eni sta valutando la possibilità di scorporare i business della vendita di energia sul mercato retail e della produzione di rinnovabili, e di quotare...

Snam punta sulla ‘pipeline virtuale’ per metanizzare la Sardegna: bando per la fornitura di navi gasiere

Tramontata l’ipotesi della cosiddetta ‘dorsale sarda’ – il gasdotto che avrebbe dovuto percorrere da nord a sud tutta l’isola trasportando il gas naturale –...

L’OPEC+ orientato a non aumentare (ancora) l’output petrolifero, e il prezzo del barile sale

Il prezzo del barile di petrolio è salito oggi (Brent +1,5% e WTI + 1,7%), sospinto dalla notizia che nel corso del prossimo meeting,...

Baker Hughes e Akastor fondono i rispettivi business a servizio dell’industria offshore

I due gruppi Baker Hughes e Akastor hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per integrare i rispettivi business nel settore delle perforazioni offshore. In...

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...